Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Idoneità al lavoro notturno ed alla attività chirurgica

Questo argomento ha avuto 0 risposte ed è stato letto 1497 volte.

romeoradici

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Messina
Professione
Medico
Messaggi
1
  • Idoneità al lavoro notturno ed alla attività chirurgica
  • (22/04/2014 14:55)

Salve, sono un otorinolaringoiatra di 42 anni medico ospedaliero a tempo indeterminato da 12 anni (Aziende ospedaliera riunita pubblica di III livello in Sicilia). Purtroppo cinque mesi fa ho sofferto di una improvvida aqmaurosi centrale con lacume mnesiche e dopo RMN si è riscontrata ischemia parcellare in territorio silviano sn (come dimostrato dalla RMN). Purtroppo nonostante le tempestive cure ho perso totalmente la sensibilità tattile e dolorifica alla mano e al polso destro (NB: sono destrorsa). Ulteriori episodi ischemici si sono verificati a distanza di un mese e due mesi dal primo quando ero già in trattamento giornaliero con ASA 100 ( sempre riscontrati alla RMN).Soffro da sempre crisi emicraniche ricorrenti (dimostrate da ricovero con cartella clinica) ed ho ,in questa occasione, scoperto una tiroidite autoimmune eutiroidea che non necessita di trattamento farmacologico. Non faccio, ne ho mai fatto, uso di ormoni a scopo terapeutico o contraccettivo , non sono ipertesa, nè diabetica, nè iperlipidemica, nè arteriopatica, nè trombofilica , nè in sovrappeso, (controlli eseguiti in strutture pubbliche a seguito della prima ischemia cerebrale!) Poichè tutti i fattori di rischio sono negativi ( ho persino indagato per un FOP, per fortuna inesistente) il mio neurologo sostiene che lo stress lavoro-correlato sia la causa di queste ischemie ricorrenti per cui mi ha consigliato di fare richiesta al Medico Competente di esenzione dai turni notturni e di reperiilità (questi ultimi prevedono una unica reperibilità - per altro illegale per legge nonostante le nostre ripetute istanze in via gerarchica-contemporanea per entrambi i presidi ospedalieri facenti parte degli ospedali riuniti per cui lavoro,- presidi che distano 15 km di strada cittadina e non collegati tramite svincoli autostradali o tangenziali!-). Essendo ancora in malattia, in una tale situazione posso chiedere al MC avendone diritto l' esenzione dai turni notturni e di reperibilità e dai turni chirurgici? Grazie per la cortese risposta

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti