Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Aggiungi un evento

Per aggiungere un evento all'archivio è necessario essere iscritti al sito e aver fatto il login

Eventi

SICUREZZA ELETTRICA E GESTIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AMBIENTI DI LAVORO, LOCALI AD USO MEDICO ED APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI [35ecm - €160]

Locandina di SICUREZZA ELETTRICA E GESTIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AMBIENTI DI LAVORO, LOCALI AD USO MEDICO ED APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI [35ecm - €160]
Segnalato da
Formazioneecultura
Tipologia
Corso
A cura di
Forrmazione e Cultura Srl
Dove
FAD - online
Quando
26 Mag 2017 - 04 Mar 2018

Il corso ECM si pone l’obiettivo di valutare gli aspetti più importanti della sicurezza elettrica negli ambienti di lavoro ed in particolare nei locali medici. Vengono esaminate le documentazioni a corredo degli impianti elettrici (dichiarazione di conformità e dichiarazione di rispondenza), infine vengono trattate le verifiche sulle apparecchiature elettromedicali.
Corso specifico per Medico Competente rientrante nella quota del 70% ex art. 38 D.Lgs. 81/08.
Obiettivo formativo nazionale age.na.s.
Sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro e patologie correlate.

30.6 CREDITI PER MEDICO COMPETENTE - IL RISCHIO BIOLOGICO FRA VIGILANZA E ASSISTENZA

Nessuna locandina per questa risorsa
Segnalato da
Medlavecm formazione
Tipologia
Corso
A cura di
MEDLAVECM
Dove
URBINO - URBINO RESORT
Quando
26 Mag 2017 - 27 Mag 2017

La gestione del rischio da potenziale esposizione ad agenti biologici è di fatto, un terreno poco esplorato. In effetti il legislatore ha ritenuto di tale importanza il rischio da esposizione ad agenti biologici da dedicare un intero titolo del DL 81/08 allo stesso, ma poi non ha elaborato metodi di valutazione legalmente riconosciuti. Da qui la grande difficoltà per il Datori di Lavoro, Tecnici della Prevenzione e Medici Competenti nell’attuare nella realtà la valutazione, la gestione, la riduzione del rischio e la formulazione di protocolli di sorveglianza sanitaria mirati, ma nello stesso tempo in grado di rispettare le caratteristiche degli accertamenti di screening, ovvero molto sensibili, ma poco onerosi.
Negli anni il rischio biologico è stato analizzato e gestito, oramai in modo approfondito, nell’ambito sanitario.
Il corso si prefigge di
analizzare la letteratura italiana e internazionale sulla valutazione e gestione sia tecnica sia sanitaria del rischio biologico in attività poco studiate (trasfertisti in zone epidemiche endemiche, addetti all’accoglienza profughi, addetti non sanitari alle squadre di emergenza7primo soccorso)
dare le modalità per censire il rischio
indicare scale di valutazione sia qualitativa, sia quantitativa del rischio
mostrare metodi di campionamento di agenti biologici disponibili
riconoscere la gestione della sua valutazione applicata al contesto normativo e ad alcuni campi pratici di applicazione, con cui il medico competente spesso si misura nella sua attività professionale.
Negli ultimi 20 anni i viaggi all’estero per lavoro sono marcatamente incrementati. Ne è conseguita la necessità di avere disponibili strumenti preventivi standardizzati per la tutela dei lavoratori-viaggiatori in aree geografiche con correlati fattori di rischio aggiuntivi. La sorveglianza sanitaria di questi lavoratori richiede un’organizzazione aziendale che coinvolga le componenti interessate al processo preventivo: medico del lavoro, servizio di prevenzione e protezione, settori amministrativi, travel clinic. Nel corso dell’evento verranno affrontate le problematiche relative alla gestione dei lavoratori trasfertisti dal punto di vista del medico competente, circa la gestione del rischio biologico, delle procedure di profilassi e di vaccinazione.
Il fenomeno migratorio ha visto l’Italia al centro del problema e i centri di accoglienza offrono lavoro agli operatori, senza però un profilo di esposizione a rischi chiaro, specialmente relativamente al rischio biologico. Il tentativo di definire il profilo di rischio degli operatori impiegati nell’assistenza di quanti giunti sulle nostre coste, non può prescindere dalla conoscenza degli attuali protocolli di controllo sanitario sui migranti. Durante l’attività formativa ci si confronterà dunque su un tema tanto ostico quanto poco normato e per questo affascinante, circa possibili modelli di valutazione del rischio biologico negli operatori addetti all’accoglienza e all’assistenza di profughi nei centri preposti e si ragionerà circa un protocollo sanitario possibile ed esaustivo.

CORSI ECM IN MEDICINA DEL LAVORO

Locandina di CORSI ECM IN MEDICINA DEL LAVORO
Segnalato da
agenovese
Tipologia
Corso
A cura di
Ing. Alessandro Giovanni Noto
Dove
Piattaforma Multimediale Interattiva via WEB (WBT)
Quando
06 Giu 2017 - 31 Dic 2017

CORSI ECM IN MEDICINA DEL LAVORO
- Il rischio chimico nelle attività lavorative: dalla valutazione del rischio al giudizio di idoneità. Compiti del medico competente - 39 Crediti - €200 (anziché €220)

- La radioprotezione e la sicurezza in risonanza magnetica nucleare nelle strutture sanitarie - 36 Crediti - €120 (anziché €140)

Per info ed iscrizioni visita il sito www.conoscenzamedica.it

30.6 CREDITI PER MEDICO COMPETENTE - LE IDONEITA' DIFFICILI

Nessuna locandina per questa risorsa
Segnalato da
Medlavecm formazione
Tipologia
Corso
A cura di
MEDLAVECM
Dove
HOTEL CATULLO SAN MARTINO BUON ALBERGO (VR) USCITA AUTOSTRADA VERONA EST
Quando
07 Giu 2017 - 21 Giu 2017

La legislazione italiana affronta il tema dell’idoneità al lavoro in un insieme di leggi, decreti, provvedimenti che, elaborati in momenti storici diversi, non sono sempre armonizzati tra loro.
L’accresciuta difficoltà del mondo del lavoro rende estremamente complesso in Italia il ruolo del Medico Competente, al quale la legge affida in via esclusiva il compito di effettuare la sorveglianza sanitaria dei lavoratori nei casi previsti dalla normativa vigente.
Il ventaglio di conoscenze che il Medico Competente deve possedere per poter svolgere la propria attività in modo appropriato è estremamente ampio.
Il Decreto Legislativo 81/2008, infatti, oltre a richiamare tali professionisti al rispetto delle indicazioni della Commissione internazionale di salute occupazionale (ICOH), obbliga gli stessi a tener conto degli indirizzi scientifici più avanzati nell’espletamento della propria attività in ambito occupazionale, quindi con l’esigenza di un costante ed approfondito aggiornamento.
La valutazione dell’idoneità al lavoro è oggi resa più complessa dalla necessità di una valutazione più ampia rispetto al rischio professionale così come inteso attualmente, con la necessità di prendere in considerazione anche la gestione del rischio per terzi e la salute complessiva del lavoratore.
Il progressivo invecchiamento della forza lavoro e la particolare attenzione verso la possibilità di inserimento lavorativo di chi è affetto da varie patologie, determina la necessità per il Medico Competente di confrontarsi nella formulazione del giudizio di idoneità con diversi aspetti patologici come per esempio: malattie mentali, alcuni disturbi del comportamento (danni da stress, mobbing, etc.), i gravi handicap (vista, udito, motilità, etc.), gli stati di tossicodipendenza, alcool-dipendenza, farmacodipendenza, etc.
L’evento si propone di creare un momento di analisi delle criticità che il Medico Competente si trova ad affrontare e soprattutto di realizzare una iniziativa formativa in grado di fornire ai Medici Competenti delle concrete indicazioni operative. L’obiettivo che si prefigge è quello di chiarire alcuni aspetti normativi che si prestano a interpretazioni non univoche, perché le norme sono state generate in tempi diversi e non bene armonizzate, o comunque non entrano su questioni scientifiche di analisi di patologie pericolose e la compatibilità con la mansione specifica.
Sviluppare attraverso il confronto interdisciplinare la conoscenza di alcune condizioni patologiche che possono rendere particolarmente problematico l'inserimento lavorativo;
Analizzare criticità e strategie risolutive attraverso il confronto fra il punto di vista scientifico nelle attualità della Medicina del Lavoro, l’approccio normativo e il contributo dell’Organo di Vigilanza

La gestione del rischio da agenti cancerogeni nei luoghi di lavoro

Nessuna locandina per questa risorsa
Segnalato da
sanlorenzoservizisrl
Tipologia
Corso
A cura di
Scuola del Casentino, Prof. Paolo Bavazzano
Dove
Stia (AR)
Quando
08 Giu 2017

Il presente Corso di aggiornamento si rivolge ai Medici competenti, chiamati a definire e realizzare il programma di sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti, agli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) e ai loro Responsabili (RSPP), ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), ai Consulenti tecnici.
Gli obiettivi del Corso sono: a) l’aggiornamento, in base alle più recenti acquisizioni tecnico-scientifiche e delle concrete esperienze condotte nelle diverse realtà territoriali italiane, sullo stato delle conoscenze sugli agenti cancerogeni occupazionali; b) i metodi di valutazione e gestione del rischio, alla luce pure dei nuovi regolamenti europei e della legislazione italiana; c) il ruolo dei valori limite e del monitoraggio delle esposizioni, della sorveglianza sanitaria dei lavoratori.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2017 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti