Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Il paziente: Donna, 34 anni, educatrice professionale

Segnalato da
nepentecagliari
Settore produttivo
centro assistenza ragazzi autistici
Anzianità lavorativa specifica
5
Note anamnestiche
Pz in congedo per maternità
Segni e sintomi
La pz ha fatto appello al DPL per avere un prolungamento del periodo di allattamento finoa 7 mesi. Nel DVR viene elencato il rischio durante la gravidanza ma non per il periodo di allattamento. Premesso che sono il medico competente subentrante ho preferito prima di visitare la dipendente fare un accurato sopralluogo in azienda e prendere visione del DVR, che al momento non era stato aggiornato. Dopodiché ho visitato la pz, nonostante avessi anche potuto farne a meno e ho deciso di prolungarle l'indennità di maternità fino a 7 mesi attribuendole sia il rischio biologico sia il rischio di aggressioni (nel centro sono presenti ragazzi autistici dai 20 anni in su e sono capitati episodi di aggressioni fisiche). Ordunque qui viene il punto: la responsabile del DPL che ha aperto il fascicolo oltre al mio parere ha chiesto naturalmente anche il DVR. Nel DVr non compare il'estensione del rischio anche per la gravidanza, pertanto mi viene chiesto se non abbia sovrastimato l'attività dell'educatore. A me non sembra e ho una discussione in corso anche con l'ingegnere che ha redatto il dvr.
Che ne pensate?

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2019 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti