Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Broncopneumopatia cronica ostruttiva professionale nel DPR 336/1994 e nell'evidenza epidemiologica.

Copertina di La Medicina del Lavoro
Inserito il
08/04/2004
Rivista
La Medicina del Lavoro
Riferimento
Med. Lav 2004; 95,1:11-16
Recensione a cura di
Giovanni Guglielmi

Autori

G. Mastrangelo, Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica, Sede di Medicina del Lavoro, Università degli Studi di Padova
U. Fedeli, Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica, Sede di Medicina del Lavoro, Università degli Studi di Padova
E. Fadda, Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica, Sede di Medicina del Lavoro, Università degli Studi di Padova
G. Milan, Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica, Sede di Medicina del Lavoro, Università degli Studi di Padova
B. Saia, Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica, Sede di Medicina del Lavoro, Università degli Studi di Padova

Riflessione

Un quadro di BPCO non dipende solo ed esclusivamente dal fumo ma è correlato anche all’esposizione professionale. Il medico competente dovrebbe essere in grado di dimensionare il ruolo del rischio professionale a broncoirritanti e quindi andare oltre “la presunzione legale” delle tabelle.

Commenti (2)

aspetti medico-legali

la "presunzione legale" del nesso di causa fra lavorazione svolta e malattia riscontrata è la conseguenza più evidente del sistema tabellare ; a partire dalla fine degli anni 80 una serie di sentenze della Corte Cost. ha aperto la strada all attuale sistema misto (malattie tabellate + malattie per le quali vige l onere della prova a carico del lavoratore); avviene quindi che l' INAIL possa riconoscere i casi per i quali è dimostrata in base ai dati forrniti dal lavoratore ( in primo luogo la valutazione del rischio art. 4 d.l. 626/94) l esposizione a bronco-iritanti . Il problema sta attualmente nella qualità e attendibilità delle informazioni contenute in tale documento (redatto, in teoria, anche alla luce del D.L. 25 2002 sugli agenti chimici) - il m.c. può e deve stimolare il massimo approfondimento della valutazione dei rischi da parte del Serv. Prevenzione e Prot ma non può sostituirsi ad esso -

(drgennai1 26/08/2005)

marmo coreno royal

malattie collegate all' lavorazione di questo marmo

(maria fernanda cuartas 18/07/2007)

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti