Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Visita fiscale

Questo argomento ha avuto 6 risposte ed è stato letto 123 volte.

Carla1

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Firenze
Professione
Laureato non medico
Messaggi
12
  • Visita fiscale
  • (20/05/2020 11:01)

Buongiorno.
Con un certificato di malattia per depressione / ansia grave, la visita fiscale è automatica e segue le regole e gli orari canonici anche se nel certificato si chiarisce che il paziente, per la sua patologia, necessita di distrarsi e uscire di casa?
Esiste questa possibilità?
Grazie fin da adesso.

caballero

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
68
  • Re: Visita fiscale
  • (20/05/2020 13:04)

si vai pure in vacanza visto che ci sei... a spese di noi tutti

Conte_Vlad_III

Conte_Vlad_III
Provenienza
Pavia
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
324
  • Re: Visita fiscale
  • (20/05/2020 18:33)

Carla1 il 20/05/2020 11:01 ha scritto:
Buongiorno.
Con un certificato di malattia per depressione / ansia grave, la visita fiscale è automatica e segue le regole e gli orari canonici anche se nel certificato si chiarisce che il paziente, per la sua patologia, necessita di distrarsi e uscire di casa?
Esiste questa possibilità?
Grazie fin da adesso.

Esci nelle fasce orarie consentite. Non c'è alternativa, mi pare ovvio. Ricordando, visto il periodo, di mantenere il distanziamento fisico ed evitare assembramenti. Uso di mascherina e via! Ah no ...anche il gel (sulle mani)!

Carla1

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Firenze
Professione
Laureato non medico
Messaggi
12
  • Re: Visita fiscale
  • (21/05/2020 11:37)

caballero il 20/05/2020 01:04 ha scritto:
si vai pure in vacanza visto che ci sei... a spese di noi tutti

1) il quesito non era per me, che non sto in malattia da decenni, che ho preso FERIE anche per sottopormi a interventi on anestesia generale, e che non ho preso neppure la maternità obbligatoria, se proprio vuoi sapere i fatti miei.


2) il quesito è per una persona a cui faccio da caregiver che NON E' IN GRADO di gestirsi, che soffre di ansia gravissima, depressione maggiore e che NON RIESCE, dopo 33 anni di onorato lavoro durante i quali ha stretto i denti cercando di fare al meglio il suo dovere non assentandosi MAI dal lavoro, a seguire certe regole (sicuramente banali, per persone brillanti come lei) e che viene colto da attacchi di panico con-ti-nui.
Nell'attesa della certificazione 104 (iter non velocissimo, lei mi insegna), che aiuterebbe a gestire una situazione altrimenti ormai fuori controllo, chiedevo come gestire la cosa.
La certificazione di invalidità permetterebbe di uscire nell'orario di visita fiscale, questo lo so per certo, ma chiedevo, umilmente, se non le crea disturbo, come fare nelle more dell'ottenimento della LEGITTIMA (mi creda) dichiarazione di disabilità.

3) lei, che da supereroe paga per tutti noi, farebbe a cambio con questo lavoratore che "sta in vacanza a sbafo" alla faccia delle persone per bene come lei?
O forse si cambierebbe con me, che spendo il mio quotidiano, ci rimetto la mia salute, la mia famiglia, le mie notti insonni, la mia serenità, per arginare amni nude una situazione di allarme costante, continuo?

In altre parole, se non si sa di cosa si parla, sarebbe opportuno non sputare sentenze/giudizi.
Rectius: anche se si conosce la situazione specifica (ed evidentemente non è questo il caso), il dito puntato del giudice supremo sarebbe sempre da evitare.
Mio modestissimo parere.

Grazie mille, comunque.

Conte_Vlad_III

Conte_Vlad_III
Provenienza
Pavia
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
324
  • Re: Visita fiscale
  • (21/05/2020 20:07)

Forse se avesse fornito dall'inizio maggiori informazioni anche le risposte sarebbero state più mirate (e forse meno apparentemente "irriverenti").
Quindi: A domanda generica risposta generica. Credo tuttavia non vi siano previsioni o eccezioni: le fasce orarie sono quelle.
Credo non siano altresì ricevibili le costatazione di "disagio" rispetto a quanto indicato o previsto dal legislatore.
le sue "lagnanze" sono legittime ma temo che difficilmente troveranno risposta in questo forum e in questo contesto.
Parere assolutamente personale

Carla1

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Firenze
Professione
Laureato non medico
Messaggi
12
  • Re: Visita fiscale
  • (22/05/2020 04:41)

Conte_Vlad_III il 21/05/2020 08:07 ha scritto:
Forse se avesse fornito dall'inizio maggiori informazioni anche le risposte sarebbero state più mirate (e forse meno apparentemente "irriverenti").
Quindi: A domanda generica risposta generica. Credo tuttavia non vi siano previsioni o eccezioni: le fasce orarie sono quelle.
Credo non siano altresì ricevibili le costatazione di "disagio" rispetto a quanto indicato o previsto dal legislatore.
le sue "lagnanze" sono legittime ma temo che difficilmente troveranno risposta in questo forum e in questo contesto.
Parere assolutamente personale

Capisco perfettamente.
Chiedo scusa se ho fatto una domanda off topic.
Era solo perché in passato mi pareva di aver letto di sentenze di cassazione che sancivano la possibilità, dietro certificazione medica, di non rispettare gli orari di visita fiscale per persone la cui patologia poteva peggiorare con la costrizione a casa.
Chiedevo solo conferma di questo.
Lei ad esempio mi ha chiarito che la circostanza non è prevista, e lo ha fatto senza dare per scontato che un certi-ficato (documento con connotazione quindi teoricamente di certezza) che parla di ansia grave sia necessariamente, e senza ombra di dubbio alcuno, un escamotage per non lavorare e fare i furbi.
Fa male constatare come ancora oggi il disagio psichico sia visto non come una vera malattia (forse la peggiore), talvolta oggettivamente molto invalidante, bensì come un piccolo malessere evanescente, dai contorni non molto ben definiti, spesso con un connotato di pigrizia, di voglia di fregare gli altri, come una esagerazione studiata a tavolino di un semplice periodo di malumore che capita a tutti.
E che questi assunti non siano solo appannaggio dei non addetti ai lavori, ma che anche i medici (vedi la risposta lapidaria e senza tema di smentita che ho ricevuto prima) capita che non abbiano il minimo dubbio in proposito.
Hai la bronchite? Non escI perché potresti aggravarti. Hai ansia gravissima? (e lo avevo detto, nel post della domanda. Non credevo dovessi scendere nei dettagli per chiarire ad un medico cosa questo spesso possa comportare): stai a casa lo stesso, perché altrimenti ti bollo come furbino.
Ecco in cosa consistono le mie “lagnanze” del precedente intervento.
Grazie per il suo tempo, e la sede è forse in parte opportuna perché, ripeto, lei il punto che mi interessava me lo ha chiarito in tre righe cui c’era solo da rispondere un sincero “grazie molte”, senza ulteriori strascichi.

Conte_Vlad_III

Conte_Vlad_III
Provenienza
Pavia
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
324
  • Re: Visita fiscale
  • (22/05/2020 10:17)

Ovviamente non posso escludere che ci siano state sentenze (nell'ambito quindi di contenziosi insorti tra chi accerta "lo stare a casa" e casi come il suo) che alla fine abbiano dato ragione al paziente. In questi casi farebbero giurisprudenza ma potrebbero anche trovare interpretazioni diverse da tribunale a tribunale perchè ricadono nella discrezionalità (spesso ampia) dei giudici.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti