Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Compatibilità mansone di Vigile Urbano con invalidità (civile con handicap) sopravvenuta superiore ai 2/3.

Questo argomento ha avuto 0 risposte ed è stato letto 96 volte.

Andy Kap

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Catanzaro
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
1
  • Compatibilità mansone di Vigile Urbano con invalidità (civile con handicap) sopravvenuta superiore ai 2/3.
  • (08/07/2021 01:22)

Buon giorno / buona sera,
sono nuovo del forum e non sono medico, per cui vorrete perdonare la mia approssimazione di linguaggio.
Sono da quasi venti anni impiegato quale vigile urbano in un medio comune del Sud. Da quando sono in servizio il medico competente ha predisposto le visite ai lavoratori solo due volte: 2009 e 2016. In questa ultima occasione fui dichiarato idoneo con prescrizioni, nella fattispecie evitare la postura eretta e riposare 15 minuti ogni 2 ore (sic!). Viste queste premesse di fatto ho continuato a lavorare come se non avessi alcun problema di salute, cosicché i miei problemi di salute sono aumentati. Ho fatto quindi richiesta per le visite di invalidità civile e riconoscimento dell'handicap all'INPS. L'istituto di previdenza mi ha riconosciuta un'invalidità civile del 67% e l'art. 3 co. 1 della L. 104/92. Nonostante abbia comunicato al Comune quanto deciso dall'INPS, chiedendo di essere visitato dal MC o da una qualsiasi commissione medica, tutto tace da nove mesi. Questi fatti mi hanno spinto a pormi quattro domande a cui non ho saputo dare risposta, spero quindi che dei professionisti possano aiutarmi a capire e decidere:
1) È normale che si possano prescrivere 15 minuti di riposo ogni due ore a un vigile urbano che si trova su strada, magari a rilevare un incidente, o è in mezzo a un TSO?
2) Per costringere il DdL a sottopormi a visita medica, dovrei fare una denuncia all'ispettorato del lavoro o allo SPISAL oppure avviare una causa civile?
3) Qualora il DdL alla fine optasse per il controllo medico, una invalidità con handicap come la mia (problemi posturali, due ernie cervicali e due lombari, diabete tipo II con terapia combinata insulina/pillole, ipertensione, obesità) è compatibile con la mansione di vigile urbano (si pensi a TSO, prolungamenti, lavoro notturno anche se saltuario, mercati, consigli comunali, rilievi di incidenti, ecc.) e, anche, è compatibile col regime di turnazione, visto che tutti i medici che mi hanno visitato mi hanno raccomandato cinque pasti al giorno a orari regolari?
4) In questa ipotetica visita posso portare un medico di mia fiducia quale consulente?
Grazie anticipatamente a quanti risponderanno (e anche a quanti siano arrivati a leggere fin qui).
Ossequi.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2021 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti