Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

AZIENDE CESSATE O TROPPO NUOVE....

Questo argomento ha avuto 5 risposte ed è stato letto 2166 volte.

antonio-manuppelli

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
32
  • AZIENDE CESSATE O TROPPO NUOVE....
  • (26/03/2009 18:05)

Salve a tutti, volevo sapere come vi comportavate in caso di:
1 aziende cedute nel corso del 2008 (comunque prima del 31 dicembre)
2 aziende prese in carico nel corso del 2008 per le quali la sorveglianza sanitaria era già stata effettuata dal precedente collega
3 aziende prese in carica nel primo trimestre 2009

Ho sentito e letto un po' di opinioni ma non riesco a capire da un punto di vista pratico cosa pensava il Legislatore per questi casi.

Post scriptum: penso sia inutile continuare a lamentarsi per questo obbligo e per il TU in generale, ritento più opportuno innalzare le nostre tariffe di un 10% (annuo per i prossimi 5 aa...) e spiegare ai DDL che il carico di lavoro, essenzialmente burocratico, e le sanzioni sono raddoppiate...
lo so, non è semplice, ma dovremmo anche metterci d'accordo per un tariffario minimo sotto il quale anche i centri non dovrebbero scendere.
cordialmente
am

antonio-manuppelli

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
32
  • Re: AZIENDE CESSATE O TROPPO NUOVE....
  • (26/03/2009 18:07)

scusate il titolo, giuro, non fumo neanche tabacco
am

sosi

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Ascoli Piceno
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
148
  • Re: AZIENDE CESSATE O TROPPO NUOVE....
  • (26/03/2009 18:21)

antonio-manuppelli il 26/03/2009 06:05 ha scritto:
Salve a tutti, volevo sapere come vi comportavate in caso di:
1 aziende cedute nel corso del 2008 (comunque prima del 31 dicembre)
2 aziende prese in carico nel corso del 2008 per le quali la sorveglianza sanitaria era già stata effettuata dal precedente collega
3 aziende prese in carica nel primo trimestre 2009

Ho sentito e letto un po' di opinioni ma non riesco a capire da un punto di vista pratico cosa pensava il Legislatore per questi casi.

Post scriptum: penso sia inutile continuare a lamentarsi per questo obbligo e per il TU in generale, ritento più opportuno innalzare le nostre tariffe di un 10% (annuo per i prossimi 5 aa...) e spiegare ai DDL che il carico di lavoro, essenzialmente burocratico, e le sanzioni sono raddoppiate...
lo so, non è semplice, ma dovremmo anche metterci d'accordo per un tariffario minimo sotto il quale anche i centri non dovrebbero scendere.
cordialmente
am

sinceramente non riesco a capire cosa intendi per primo trimestre 2009 se la legge parla dell'anno precedente.
poi devono essere preso in considerazione tutto quello fatto dal medico competente (dico medico competente, quindi se sei entrato a dicembre 2008 mandi quello che hai fatto tu)dopo il 16-05-08.
per chi si trova in confusione in questo momento riporto l'art.40 (che poi è quello che ci sanziona)
---Entro il primo trimestre dell’anno successivo all’anno di riferimento il medico competente trasmette, esclusivamente per via telematica, ai servizi competenti per territorio le informazioni, elaborate evidenziando le differenze di genere, relative ai dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, sottoposti a sorveglianza sanitaria secondo il modello in ALLEGATO 3B---
sottoposti a sorveglianza sanitaria (avete capito sottoposti a sorveglianza sanitaria)

gabrisperanza

gabrisperanza
Provenienza
Bari
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
4
  • Re: AZIENDE CESSATE O TROPPO NUOVE....
  • (27/03/2009 13:26)

anche io ho lo stesso problema!! che si fa????

Giannini

Giannini
Provenienza
Vibo Valentia
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
245
  • Re: AZIENDE CESSATE O TROPPO NUOVE....
  • (27/03/2009 14:33)

Spero di essere utile fornendo una interpretazione nel merito (mia, personalissima, di un medico del lavoro e non di un esperto di ius).
Si dice che a pancia piena si ragioni meglio, beh....ho appena pranzato :D

1. Aziende cedute nel corso del 2008
In questo caso, tenendo a mente il recitato dell'articolo, citato dal collega sosi, direi che è il medico competente che invia. Tu collega se hai lasciato non sei più il medico competente, ergo se ne deduce che già l'articolo non ti tange, ti fermi qui e non dovresti inviare nulla.

2. Aziende prese in carico nel corso del 2008 per le quali era già stata effettuata la sorveglianza sanitaria
Anche qui interpreto nel senso del non invio, dal momento che i dati devono essere riferiti alla popolazione sottoposta a sorveglianza sanitaria. Non avendo tu effettuato alcuna sorveglianza non rientri nel merito dell'art. 40

E qui apro una parentesi: paradossalmente, a rigor di termini, si evidenzia un primo bug clamoroso (ahimè non l'unico)dell'art.40 e del fatidico decreto 81(sempre secondo questa mia interpretazione).
Nella fattispecie, per aziende che hanno cambiato medico competente, sempre che il collega uscente abbia effettuato tutte le visite di idoneità dei lavoratori, non ci sarà alcun report anonimo-collettivo da inviare ai servizi competenti per territorio. E questa è cosa non da poco direi, se il fine ultimo dell'art.40 è una maggiore collaborazione tra colleghi del pubblico e del privato al fine di uno scambio di informazioni nell'ottica di rendere più efficiente la gestione della sicurezza aziendale. Un obiettivo che personalmente da tempo speravo ci si ponesse, e che nel mio piccolo ho sempre perseguito. Peccato che l'81 abbia invece creato un casotto in questo senso.

3. Aziende prese in carico nel primo trimestre 2009.
In questo caso l'invio dei dati verrà effettuato entro il primo trimestre del 2010.

In ultima analisi non posso che ribadire l'idea che da tempo in molti ci si è fatta di questo decreto: per quanto positivo per alcuni aspetti negli intenti che si poneva, è nella pratica sicuramente un casotto senza pari, arraffazzonato e confusionario, che presta il fianco ad innumerevoli dubbi (non ultimo il fatidico art.40) e che ha complicato non poco (senza sinora alcun effetto utile in termini pratici) il lavoro dei medici competenti e dei colleghi dei servizi pubblici, che si sono visti catapultare addosso delle enormi incombenze senza avere neanche il tempo di poter elaborare una valida strategia applicativa. E soprattutto, un decreto palesemente ideato ed elaborato senza tenere conto dell'utilissimo parere di tutti gli addetti ai lavori.

"Felicius curari a medico popularem gentem quam nobiles et principes viros."

barbarag

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
10
  • Re: AZIENDE CESSATE O TROPPO NUOVE....
  • (27/03/2009 14:46)

Proprio perchè non ci sono linee guida ci si deve affidare al buon senso e pregare che tutto vada bene.
Per esempio ho preso in carica aziende nell'ultimo mese e il collega precedente tutto contento mi ha dato l'incombenza dell'allegato 3b. All'inizio ho pensato non ho seguito io la sorveglianza ma sentendo alcune asl...purtroppo ci dovrano controllare loro e m hanno detto di chiedere i dati sanitari ma di inviare io l'allegato poichè il DL solo a me può dare i dati aziendali.
Ma poi 100 ne senti e 100 danno interpretazioni diverse.
Comunque in bocca al lupo a tutti.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti