Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

visita collegiale chiesta dal datore di lavoro

Questo argomento ha avuto 11 risposte ed è stato letto 47438 volte.

cabecao

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
10
  • visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (13/02/2010 12:38)

mi stò sottoponendo a visita collegiale presso sede medicina legale usl di appartenenza,visita richiesta dalla mia azienda per sapere se sono idoneo dopo 30 anni alle mie mansioni.Da sempre causa mie patologie faccio giorni di malattia (2 mesi nell arco dell'anno per cause diverse).Causa ulteriori accertamenti diagnostici la v. colleggiale si protrarra ancora per qualche mese prima del giudizio ma la verità è che la mia azienda sta attivando metodi di ritorsione(mi vuol fare il c..... poichè non va giù che a differenza degli altri miei colleghi non ho firmato una liberatoria a suo favore e ho conferito mandato al mio avvocato per questioni economiche) .Prima non aveva mai usato questa strada se non controlli medici fiscali numerosi ma coincidenza.....SE mi dovessero fare inidoneo so che posso fare ricorso ma la mia domanda è :e il giudizio del medico competente aziendale che mi visita tutti gli anni che valore ha?Se una delle patologie di cui soffro (ansia) è causata da comportamenti discriminatorida molti anni nei miei confronti da parte della azienda , denunciati anche durante la visita collegiale e da qui accertamenti .Come mi posso muovere in questa situazione gradirei risposta da un medico legale o persona competente.

sportgooffy

sportgooffy
Provenienza
Roma
Professione
Medico
Messaggi
331
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (15/02/2010 09:36)

cabecao il 13/02/2010 12:38 ha scritto:
mi stò sottoponendo a visita collegiale presso sede medicina legale usl di appartenenza,visita richiesta dalla mia azienda per sapere se sono idoneo dopo 30 anni alle mie mansioni.Da sempre causa mie patologie faccio giorni di malattia (2 mesi nell arco dell'anno per cause diverse).Causa ulteriori accertamenti diagnostici la v. colleggiale si protrarra ancora per qualche mese prima del giudizio ma la verità è che la mia azienda sta attivando metodi di ritorsione(mi vuol fare il c..... poichè non va giù che a differenza degli altri miei colleghi non ho firmato una liberatoria a suo favore e ho conferito mandato al mio avvocato per questioni economiche) .Prima non aveva mai usato questa strada se non controlli medici fiscali numerosi ma coincidenza.....SE mi dovessero fare inidoneo so che posso fare ricorso ma la mia domanda è :e il giudizio del medico competente aziendale che mi visita tutti gli anni che valore ha?Se una delle patologie di cui soffro (ansia) è causata da comportamenti discriminatorida molti anni nei miei confronti da parte della azienda , denunciati anche durante la visita collegiale e da qui accertamenti .Come mi posso muovere in questa situazione gradirei risposta da un medico legale o persona competente.

La questione che Lei pone è complessa, e probabilmente (per evitare possibili imprecisioni) meriterebbe una risposta da parte della Redazione o di un medico con più ampie conoscenza giuridico-legali... nella mia pochezza provo a risponderle comunque.
Immagino che la visita medica a cui lei fa riferimento sia stata richiesta dall'azienda ex art. 5 dello statuto dei lavoratori... ora, mi pare di capire che lei sia sottoposto cmq a sorveglianza sanitaria 8con quale periodicità e per quali rischi?)... Lei è quindi incappato in una "area grigia" del nostro assetto legislativo. Secondo alcuni pareri, infatti, gli accertamenti ex art. 5 andrebbero rivolti ai lavoratori non sottoposti a sorveglianza sanitaria periodica, i quali non hanno quindi in azienda un medico competente nominato che possa esprimersi sulla presenza o meno dell'idoneità al lavoro... è pur vero che il nostro ordinamento prevede la possibilità di visite straordinarie al di fuori della prevista periodicità, ma (proprio per evitare possibili comportamenti vessatori da parte dei datori di lavoro) queste isite sono espletate solo e soltanto su esplicita richiesta del lavoratore (ed a discrezione del medico competente)... d'altra parte, i datori di lavoro che (solitamente in casi molto specifici e circostanziati) possano avere dubbi sulla pericolosità di un lavoratore in una data mansione (le faccio l'esempio del muratore ubriaco sui ponteggi a titolo esemplificativo) spesso (d'accordo con le strutture pubbliche incaricate) ricorrono all'escamotage della visita ex art. 5 per risolvere, appunto, rapidamente un possibile rischio. Quanto le ho scritto sopra per darle un'idea della complessità della questione che lei solleva, e dei molti dubbi interpretativi. Se vuole, può fornire altre informazioni per meglio chiarire la sua situazione, in modo da poterle fornire un consiglio più circostanziato.

cabecao

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
10
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (15/02/2010 10:43)

Innanzitutto Sportgggffy grazie per avermi risposto.Come hai capito la cosa è un po complessa.Cerco di spiegare meglio la situazione.Considerando che il mio è un lavoro disagiato lavoro notturno 22-5 nella mia azienda personale in malattia c'è ne è sempre stato a iosa.Anche io ne ho sempre usufruito anche 2-3 mesi nell'arco dell'anno sempre diagnosticati da dottori e specialisti considerando che soffro di varie patologie ma non invalidanti.Una di queste è uno stato ansioso con cui convivo da sempre che giustamente in determinati periodi della vita puo essere di livello più alto di fronte a problematiche di non facile soluzioni e si manifesta nel mio caso con difficolta nel sonno e quindi ipostenia.Da qui rilascio di certificati anche a due cifre.Comunque fino ad anni fà(2003)avevo con la mia azienda rapporti di sopportazione reciproca.Soffro di altre patologie ma nessuna di queste mi inpedisce di svolgere il mio lavoro quando sono presente.Sta di fatto che da quando non ho firmato una liberatoria conciliativa a favore della azienda(azzeramento di premi di secondo livello) a differenza dei miei altri colleghi ho dovuto subire discriminazioni e anche mobbing e da quando attraverso legale ho cominciato a richiedere miei diritti(da poco prima della prescrizione)la azienda è passata al tartassamento di controlli fiscali(anche ripetuti per un cert. di 5 giorni) e alla visita collegiale.Tutto questo non fà altro che aumentare il mio stato ansioso e da qui certificati medici.Sta di fatto che la collegiale si protrarra ancora per mesi visto che mi hanno chiesto accertamenti.E' palese che la mia azienda le prova tutte per piegarmi . Anche un altro mio collega é stato sottoposto a collegiale.A differenza della mia non hanno fatto richiesta di mansionario .Mi domando:non dovrebbero essere uguali visto che vengono effettuate da uSL di circoscrizioni differenti ma sempre strutture pubbliche?Ho letto che le visite collegiali si sovrappongono a visite effettuate in azienda annualmente.Vengono effettuate tutti gli anni dal esame ematico più udito più spirometria più elettro cardio più vista come prevede la legge per la mia azienda.Esami considerando fattori di rischio nel mio reparto e per la mia mansione.Quindi se sono idoneo a che serve una collegiale.Chi ha più voce in capitolo tra un medico aziendale che ti conosce da anni e un collegio ridicolo che va di fretta ?Come dici tu ci vorrebbe la risposta anche di un avvocato.

sportgooffy

sportgooffy
Provenienza
Roma
Professione
Medico
Messaggi
331
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (16/02/2010 17:27)

cabecao il 15/02/2010 10:43 ha scritto:
Innanzitutto Sportgggffy grazie per avermi risposto.Come hai capito la cosa è un po complessa.Cerco di spiegare meglio la situazione.Considerando che il mio è un lavoro disagiato lavoro notturno 22-5 nella mia azienda personale in malattia c'è ne è sempre stato a iosa.Anche io ne ho sempre usufruito anche 2-3 mesi nell'arco dell'anno sempre diagnosticati da dottori e specialisti considerando che soffro di varie patologie ma non invalidanti.Una di queste è uno stato ansioso con cui convivo da sempre che giustamente in determinati periodi della vita puo essere di livello più alto di fronte a problematiche di non facile soluzioni e si manifesta nel mio caso con difficolta nel sonno e quindi ipostenia.Da qui rilascio di certificati anche a due cifre.Comunque fino ad anni fà(2003)avevo con la mia azienda rapporti di sopportazione reciproca.Soffro di altre patologie ma nessuna di queste mi inpedisce di svolgere il mio lavoro quando sono presente.Sta di fatto che da quando non ho firmato una liberatoria conciliativa a favore della azienda(azzeramento di premi di secondo livello) a differenza dei miei altri colleghi ho dovuto subire discriminazioni e anche mobbing e da quando attraverso legale ho cominciato a richiedere miei diritti(da poco prima della prescrizione)la azienda è passata al tartassamento di controlli fiscali(anche ripetuti per un cert. di 5 giorni) e alla visita collegiale.Tutto questo non fà altro che aumentare il mio stato ansioso e da qui certificati medici.Sta di fatto che la collegiale si protrarra ancora per mesi visto che mi hanno chiesto accertamenti.E' palese che la mia azienda le prova tutte per piegarmi . Anche un altro mio collega é stato sottoposto a collegiale.A differenza della mia non hanno fatto richiesta di mansionario .Mi domando:non dovrebbero essere uguali visto che vengono effettuate da uSL di circoscrizioni differenti ma sempre strutture pubbliche?Ho letto che le visite collegiali si sovrappongono a visite effettuate in azienda annualmente.Vengono effettuate tutti gli anni dal esame ematico più udito più spirometria più elettro cardio più vista come prevede la legge per la mia azienda.Esami considerando fattori di rischio nel mio reparto e per la mia mansione.Quindi se sono idoneo a che serve una collegiale.Chi ha più voce in capitolo tra un medico aziendale che ti conosce da anni e un collegio ridicolo che va di fretta ?Come dici tu ci vorrebbe la risposta anche di un avvocato.

Rispondo per punti sintetici, sperando di essere sufficientemente esauriente, e raccomandandole soprattutto (in una situazione chiaramente per lei difficile e onte di stress) di non perdere nè la calma nè la serenità di giudizio:

1) il parere della visita collegiale sopravanza quello espresso dal medico competente aziendale; è cmq chiaro che in ogni caso lei può ricorrere contro un simile giudizio (non ho in questo momento chiara la sede... forse il TAR?), ed in ogni caso si ricordi che solitamente ammesso e non concesso che la facciano idoneo con prescrizioni, l'azienda deve cmq impegnarsi a trovarle una mansione alternativa, o a dimostrare l'assenza di tale mansione.

2) le commissioni valutano caso per caso, e quindi no, non esiste un unico protocollo di accertamenti da seguire

cabecao

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
10
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (17/02/2010 08:12)

Buon giorno sportgooffy .Resta il fatto che una azienda che cerca di farti fuori farà di tutto per non trovare una mansione equivalente davanti ad un esito di non idoneità della collegiale.Gli atteggiamenti vessatori e discriminanti della azienda non fanno altro che aumentare il fattore di stres ma comunque è una condizione che provo io ma durantele ore lavorative non mostro questo disagio anche per non dargli soddisfazione e ed eseguo tranquillqamente il mio lavoro ma se il mio stress come dico io arriva a saturazione vado dal mio medico che mi prescrive riposo per non incappare in errori di comportamento come mi è successo una volta sotto provocazione del preposto con conseguente lettera di contestazione da parte della azienda e controlettera da parte mia.Sto pensando di fare presente tutto questo al medico aziendale per far capire alla azienda che non starò in attesa passiva e per sapere se una collegiale può contraddire la sua annuale valutazione.Spero che mi risponda anche , come hai detto tu, un medico legale .ciao e buon lavoro

ngiulon

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Varese
Professione
Rls
Messaggi
113
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (03/03/2010 14:50)

ascolta senti anche un patronato con sportello per il mobbing...metti le mani avanti perchè l'iter discriminatorio nei tuoi confronti, da quello che racconti, è già cominciato da un po'...saluti

Adolf

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Macerata
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
1
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (14/09/2010 17:20)

cabecao il 13/02/2010 12:38 ha scritto:
BLA BLA BLA

secondo me sia tu che gli altri signori che si sono degnati di risponderti, non siete altro che degli sfaticati comunisti, che invece di pensare al bene vostro e delle Aziende che vi danno il "pane", cercate di sfruttare tutti i possibili benefit che le lacune della legge vi pongono davanti.

Impegnatevi di più nel lavoro e meno nelle scappatoie "legali".
La malattia non è una scusa, LAVORATE!!

kinghited

kinghited
Provenienza
Catania
Professione
Medico Competente
Messaggi
87
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (15/09/2010 13:34)

Ricordo che esiste l'idoneità lavorativa specifica!Quindi è bene che venga accertato lo stato di salute del lavoratore, si da poterlo giudicare idoneo, temp. non idoneo, non idoneo,aggiungere eventuali limitazioni, etc,etc.
Ma in ogni caso pieno rispetto dell'integrità psico-fisica del soggetto, specie se anche lavoratore.

leone68

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Barletta - Andria - Trani
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
2
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (18/09/2010 21:54)

mi sto sottoponendo a visita medico collegiale,richiesta dal mio datore di lavoro presso l'asl di competenza.il mio problema consiste che avendo avuto un infarto miocardico, mi vogliono mettere a svolgere il servizio di custode cimiteriale.la mia domanda è:come mi posso comportare quando andrò davanti alla comissione? gradirei una risposta.grazie.

kinghited

kinghited
Provenienza
Catania
Professione
Medico Competente
Messaggi
87
  • Re: visita collegiale chiesta dal datore di lavoro
  • (20/09/2010 18:47)

Non capisco la domanda! I componenti della commissione esamineranno la documentazione sanitaria in suo possesso, la sottoporranno a visita e, eventualmente, verranno richiesti ulteriori accertamenti specialistici. Molto semplice....!

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti