Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

paura di essere licenziato

Questo argomento ha avuto 3 risposte ed è stato letto 2614 volte.

mrpanino

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
4
  • paura di essere licenziato
  • (25/11/2012 02:08)

Salve mi sono iscritto a questo forum perchè ho dubbi sulla mia situazione,e anche perchè lo frequento da visitatore da tempo e ho visto la professionalità con cui viene portato avanti,vengo al punto
sono operaio generico nella ristorazione e ricopro da molti anni la mansione di magazziniere,purtroppo mi è stata diagnosticata circa 2 anni fa cirrosi epatica complicata con varici esofagee,le condizioni
attuali sono discrete e sto facendo delle cure per mantenere la funzionalità epatica per vivere decentemente,ho l'invalidità di 80 per cento.e 104 comma 3 paragrofo 1 ,meno di 1/3 della capacità lavorativa
stando a quello riportato sul verbale inps,sono circa 1 anno e mezzo che non lavoro,poichè fra malattia,ferie ,e permessi accumulati,sono rimasto coperto per il lavoro per prendere lo stipendio,ora la ditta dove lavoro mi ha convocato in azienda per fare la visita di controllo
periodico cioè quella che fanno tutti per idonetà,presentatomi alla visita, per me la prima volta da quando lavoro,strano questo visto che lavoro con l'azienda da 20 anni,il medico mi chiesto nome,cognome ecc,ecc,quando stava per misurami la pressione,si è fermato
e mi chiesto se avevo qualcosa da dirgli,io con assoluta tranquillità gli ho esposto la mia situazione medica e gli ho anche data copia dei verbali inps sia per l'invalidità che la 104,mi ha chiesto se avevo anche altri documenti,ma io purtroppo non li avevo con me,mi ha detto di non preoccuparmi,anche perchè mi ha chiesto cosa volevo fare come mansione in azienda e io gli ho detto che anche con una gamba di meno,ma ho bisogno del lavoro per sopravivere,ha fatto una smorfia,mi ha fatto firmare il fogli dove aveva scritto tutto,chiaramente era il verbale,poi mi ha detto che per l'esito mi avrebbe fatto sapere,poichè doveva consultarsi con i suoi colleghi,mi ha riassicurato di nuovo,e mi avrebbe fatto sapere,tengo a precisare che laditta io gia glielo avevo detto circa 1 anno fa circa le mie condizioni di salute,altrimenti non mi avrebbero fatto stare a casa tutto questo tempo,ora il mio dilemma è questo,è normale che non mi ha rilasciato niente di cartaceo in merito alla visita?quando potrò sapere se è il caso di fare ricorso se mi dà
l'inabilità?i famosi 30 giorni da quando scattono,cosa devo fare per tutelarmi,è normale prassi? devo dirglelo al datore di lavoro?chiunque
sento mi dice ..ma no tranquillo non possono licenziarti,io a 53 anni
so che il signor tranquillo a volta può essere la beffa,aiutamtemi sto diventando paranoico.....
vi ringrazio per aver letto questo post lungo per elencare tutto non sono riuscito a far di meglio.saluti a tutti

mc pol

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
205
  • Re: paura di essere licenziato
  • (25/11/2012 17:09)

In realtà i 30 giorni di tempo per fare ricorso alla ASL non partono da quando il giudizio è stato formulato ma dal momento in cui lei ne è venuto a conoscenza. Le due cose possono coincidere o non coincidere. Tanto è vero che nel giudizio di idoneità il medico competente deve riportare sia la data di "espressione" (formulazione) che la data di "trasmissione" del giudizio al datore di lavoro ed al lavoratore.
Inoltre lei ha diritto a ricevere copia del giudizio di idoneità e può inoltre richiedere copia della sua cartella sanitaria.
Questo in generale, poi nel suo caso specifico bisogna anche vedere, quello che lei ha firmato ma questo ovviamente lo sà solo lei ed il suo medico competente.

mrpanino

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
4
  • Re: paura di essere licenziato
  • (25/11/2012 23:19)

grazie per la risposta,ma come ho scritto,il foglio che mi ha fatto firmare penso che sia lo stesso dove ha preso i miei dati e scritto
le medicine che prendo,il giudizio non me lo ha detto,perchè si è riservato di farmelo sapere a giorni,perchè doveva consultarsi con altri
suoi colleghi medici,il problema è che sono rimasto col dubbio che magari sotto sotto si è preso tempo per trovare il modo di non farmi
lavorare,ma sopratutto dal momento che ho firmato,io in mano non ho nulla,lo so che devo esser contattato dal datore di lavoro,ma queste burocrazie purtroppo hanno i loro tempi,spero di non arrivare troppo tardi,cmq ho avvisato il sindacato interno di questa cosa,e oggi mi hanno detto che le visite le stanno ancora facendo in azienda,penso
che farò una visita da questo dottore per farmi dare spiegazioni,anzi se voi mi consigliate cosa dirgli sarebbe ancora meglio
saluti

mc pol

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
205
  • Re: paura di essere licenziato
  • (27/11/2012 13:32)

Un consiglio potrebbe essere quello di (considerato che è possibile e comunque concreta la possibilità di una non idoneità permanente alla mansione di magazziniere se la MMC è di una certa entità come suppongo) farsi riconoscere (considerato anche che la patologia non è malattia professionale): 1) aggravamento dell'invalidità civile ed attivazione del percorso, se non l'ha già fatto, ex legge 68/99 (stessa commissione di quella per legge 104) con iscrizione in categorie di lavoro protette (se vuole e può ancora lavorare ed è lontana la possibilità di andare in pensione) con la prospettiva quindi di essere riassunto nella stessa ditta o in altre con mansione diversa tipo quella impiegatizia; 2) l'invalidità pensionabile INPS (soprattutto nel caso di una inidoneità assoluta a qualsiasi lavoro ma dipende questo soprattutto dalle sue condizioni di salute). In tal senso, essendo la problematica complessa e non trattabile in modo ancora più specifico in un forum le conviene comunque chiedere al medico del lavoro/legale del suo patronato.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti