Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Predisposizione genetica alla trombosi venosa

Questo argomento ha avuto 3 risposte ed è stato letto 677 volte.

Giampiero75

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Cosenza
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
4
  • Predisposizione genetica alla trombosi venosa
  • (31/03/2018 11:21)

Salve, ho 43 anni voglio fare una domanda.
Nel luglio 2017, mentre eseguivi piccoli lavoretti in casa, ho avuto un episodio di tromboflebite superficiale alla gamba sx all altezza del polpaccio con interessamento della vena safena. Tutto ciò riscontrato con l esame Dell ecocolordoppler. Da subito iniziato ciclo di eparina arixtra 7,5 e calza elastica quest ultima inizialmente per tutta la gamba. A distanza di un mese ho ripetuto eco ed il trombo seppur in modo parziale era ancora presente, quindi ancora punture e calza per intera gamba pet altri 30 gg. Successivamente ho ripetuto eco e per fortuna il trombo era del tutto scomparso. Ho interrotto punture e nel frattempo ho eseguito esame trombofilico, da lì e emerso una predispisizione al fattore II della protrombina in eterozigote, quindi mi sono state prescritte medicine identificate con b6 b12 da prendere a vita, perché l omocisteina aveva un valore intorno a ,,"43". In seguito il medico Angiolino mi ha prescritto calza

mi ha prescritto calza elastica a gambaletto anch esso da portare a vita.
Tutto ciò premesso sperando di non aver tralasciato nulla, volevo chiedere se in ambito lavorativo facendo io un lavoro che mi porta a stare in piedi per diverso tempo e in più anche con l aggiunta di sforzi fisici del tipo lavori manuali, se vi erano i presupposti chiaramente inoltrando richiesta al M. C., di avere delle esenzioni o limitazioni alla mansione e se si quali sono i criteri che un M. C. in questi casi adotta nel senso che la patologia descritta rientra ad esempio in una classificazione di malattie per cui sono necessarie eventuali restrizioni?
Ringrazio anticioatamente

4real

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Alessandria
Professione
Consulente
Messaggi
1
  • Re: Predisposizione genetica alla trombosi venosa
  • (05/04/2018 22:24)

“mi porta a stare in piedi per diverso tempo”: ottimo, meglio se deve camminare frequentemente
“e in più anche con l aggiunta di sforzi fisici del tipo lavori manuali”: perfetto
“se vi erano i presupposti .............di avere delle esenzioni o limitazioni alla mansione”: nel caso la mansione preveda viaggi di lunga durata (>4 ore) in aereo, autobus, treno è verosimile che possa essere limitato in durata e/o frequenza
“se si quali sono i criteri che un M. C. in questi casi adotta nel senso che la patologia descritta rientra ad esempio in una classificazione di malattie per cui sono necessarie eventuali restrizioni?”: non esiste una ‘tabellona’ con malattia -> limitazione

Giampiero75

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Cosenza
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
4
  • Re: Predisposizione genetica alla trombosi venosa
  • (06/04/2018 19:42)

Salve, mi pare di aver capito che non ci sono i presupposti per essere limitato nelle mansioni qualora richiedessI visita al M. C.
Quindi per 6 ore lavorando come muratore sulle strade, lavorando come giardiniere anche con uso di attrezzatura per tagliare erba,lavorando rattoppando buche con bitume, lavorando come facchino, ecc ecc,chiedo se questi sono tutti lavori compatibili con una trombofilia genetica che solo con un eventuale trauma o microtrauma possa innescarsi una eventuale flebite o tromboflebite rischiando addirittura la vita.
Mi chiedo quale medico si possa assumere tale responsabilità dichiarando idoneo un lavoratore del genere.
Ringrazio anticipatamente.

Giampiero75

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Cosenza
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
4
  • Re: Predisposizione genetica alla trombosi venosa
  • (12/04/2018 14:47)

Salve, ringrazio il consulente che ha dato risposta alla mia domanda.
In questo eccellente forum ci sono diverse professionalità, sicuramente da elogiare per i chiarimenti che quotidianamente forniscono a noi lavoratori. Il mio quesito posto il 31 marzo c.a., ha avuto diverse visualizzazioni e in parte sicuramente sono di m.c.
Ahimè rimango con un dubbio per avere finora ricevuto una sola risposta e mi chiedo forse non ho saputo formulare bene la domanda, oppure la stessa non ha importanza tale da avere altre risposte e quindi chiarimenti che attualmente mi servono.
Ringrazio anticioatamente

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti