Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Esonero lavoro notturno e reperibilità

Questo argomento ha avuto 2 risposte ed è stato letto 2465 volte.

ads

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Teramo
Professione
Altro (Non presente in elenco)
Messaggi
1
  • Esonero lavoro notturno e reperibilità
  • (08/05/2018 17:35)

Buonasera. Lavoro come operatore sanitario presso un'Azienda Ospedaliera. Circa un anno fa, mentre ero al lavoro, ho iniziato ad avere un capogiro e, dopo essermi seduto nella speranza che passasse, ho avuto una perdita di coscienza. Mi sono ritrovato per terra con intorno un'anestesista e vari altri operatori. Non ricordavo assolutamente quanto tempo fosse passato ma mi hanno riferito che avevo avuto un arresto respiratorio di circa 15 secondi preceduto molto probabilmente da un arresto cardiaco. Da premettere che soffro di aritmia cardiaca e sono in trattamento con betabloccante orale da circa 20 anni. Ho eseguito tc cranio che ha escluso dei fatti ischemici e successivamente sono stato ricoverato in Utic. Durante la degenza ho eseguito Coronarografia, RM cardiaca, prova da sforzo e vari esami tutti risultati nella norma. Hanno deciso, alla fine, di impiantarmi un Loop Recorder per monitorare questa aritmia e che toglierò (forse) tra circa 2 anni. Nel frattempo, indagando circa degli episodi di emicrania con aura mi hanno riscontrato una pervietà del forame ovale di modesta entità associata a modesto abbassamento dei valori di saturazione dell'ossigeno. Non ritengono, attualmente, di dover procedere con la chiusura del forame per via percutanea ma, semmai, con l'inizio di una terapia con cardioaspirina onde evitare fenomeni trombo-embolici ed il periodico controllo del profilo trombofilico e del colesterolo. Sono stato esentato dai turni notturni e di reperibilità ma, ogni volta che ritorno dal medico competente, lui ripropone (e spero che scherzi) l'idoneità piena con ripristino di notti e reperibilità. La domanda che pongo è questa: con simili patologie è possibile che possano pretendere da me il reintegro completo? E poi ancora: ci sono gli estremi per una domanda di invalidità civile? Grazie.

paolo.camilloni

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
2
  • Re: Esonero lavoro notturno e reperibilità
  • (10/11/2018 17:53)

Soffro di fibrillazione atriale parossistica l'ultimo episodio smontato dalla notte e in ps mi hanno fatto
La cardioversione.premetto che ho sospeso il cordarone ho il tsh soppresso. Sono un infermiere che lavora in h 24 posso chiedere di essere esonerato dal turno di notte e se essi come devo fare per chiedere il turno diurno h12?

paolo.camilloni

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
2
  • Re: Esonero lavoro notturno e reperibilità
  • (10/11/2018 18:15)

paolo.camilloni il 10/11/2018 05:53 ha scritto:
Soffro di fibrillazione atriale parossistica l'ultimo episodio smontato dalla notte e in ps mi hanno fatto
La cardioversione.premetto che ho sospeso il cordarone ho il tsh soppresso. Sono un infermiere che lavora in h 24 posso chiedere di essere esonerato dal turno di notte e se essi come devo fare per chiedere il turno diurno h12?

aggiungo altresì che assumo terapia antipertensiva e anticoagulante con esenzione per patologia

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2021 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti