Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Network

Articoli del mese

Le Linee Guida SIMLII per la formazione e l'aggiornamento dei MLC - Marzo 2005

Le Linee Guida SIMLII per la formazione e l'aggiornamento dei MLC

Il Medico del Lavoro-Medico Competente (MLC) in aggiunta a quello che resta il suo compito primario, cioè la sorveglianza sanitaria, sarà sempre più chiamato ad intervenire nell'accertamento, valutazione e gestione dei rischi (auspicabilmente già a partire dalle fasi di progettazione ed avvio di nuove attività produttive), nell'informazione e formazione, nell'organizzazione degli interventi per emergenza e pronto soccorso, nelle iniziative di medicina di comunità intraprese nelle singole aziende, nelle pratiche e contenziosi medico legali. In altre parole il MLC dovrebbe sempre più svolgere un ruolo di vero e proprio consulente delle aziende e dei lavoratori nello studio e nella verifica della compatibilità tra lavoro e uomo e tra uomo e lavoro.

Per affrontare problematiche così numerose, complesse ed in rapida evoluzione, in aggiunta ai tradizionali strumenti (testi, manuali, riviste) di studio ed aggiornamento, sono stati sviluppati, anche nella nostra disciplina, strumenti quali le revisioni sistematiche della letteratura, le meta-analisi di dati pubblicati le linee guida (LG).

Le LG in Medicina hanno l'obiettivo primario di fornire, partendo da informazioni scientifiche e tecniche complete ed aggiornate, raccomandazioni sul modo più corretto di svolgere i propri compiti, in un determinato ambito o relativamente ad un determinato argomento.

Nella nostra Disciplina esse dovrebbero pertanto garantire un costante e diffuso innalzamento della qualità tecnico-scientifica, consentendo, nei fatti, di riaffermare lo specifico ruolo professionale del MLC. Tutto ciò in un momento storico in cui hanno preso corpo scelte, da noi ritenute profondamente errate, di allargamento della "competenza" a specialisti formati in discipline considerate, in modo erroneo ed affrettato, contigue o addirittura affini.

La decisione di SIMLII di procedere alla produzione di proprie LG, decisione presa ben prima della approvazione del famigerato articolo 1bis, è nata dal convincimento che la professione dei MLC avesse specificità, complessità, rapidità di evoluzione tali da consigliare, alla Società Scientifica che maggiormente li rappresentava, di predisporre strumenti idonei allo sviluppo delle loro attività. Impegnarsi nella produzione di LG è diventata così, nei fatti, una scelta strategica di difesa e promozione del nostro ruolo e della nostra identità, andando in una direzione opposta a quella ipotizzata da qualche socio, che con un curioso ragionamento paventava il rischio che con queste LG avremmo messo i nuovi arrivati nella condizione di imparare rapidamente e con poco sforzo cosa fare e come farlo. Si è dimostrato vero l'esatto contrario. Le LG mettono i Medici del Lavoro, ed a maggior ragione Igienisti e Medici Legali, di fronte alla complessità, molteplicità, rapido cambiamento delle attività richieste ad un Medico Competente, facendo alla lunga prevalere, chi seguirà la strada dell'aggiornamento, dell'allargamento e dell'approfondimento delle proprie capacità professionali.

In questo senso, le LG sono anzitutto strumenti utili a progredire nella Competenza con la C maiuscola, cioè quella intesa non come requisito fissato da una norma, ma come la capacità di orientamento, l'abilità acquisita in un determinato campo, o meglio ancora "come il possesso di conoscenza, abilità-perizia, attitudine a svolgere un compito o ricoprire un ruolo in modo da garantire risultati desiderati-attesi da lavoratori, datori di lavoro, organi di controllo".

I termini linee guida, raccomandazioni, protocolli, standard sono spesso usati come sinonimi per indicare "tecnologie" in grado di aiutare il medico a selezionare le modalità più appropriate di assistenza e a diminuire la variabilità (non giustificata) delle sue scelte. A questo proposito, si rende necessaria una precisazione, forse inutile per chi ha seguito con attenzione il nostro lavoro, ma che è stata sollecitata nel dibattito che è seguito alla nostra iniziativa, a volte con la richiesta esplicita di cambiarne il nome delle LG in protocolli, schemi operativi o altro. Non è una obiezione semantica, a cui si potrebbe rispondere che noi restiamo dell'idea di continuare a chiamarle LG perché così viene fatto da tutte le discipline mediche in tutto il mondo. Poiché a noi sembra una questione di sostanza, ribadiamo che esse nulla hanno a che fare con le linee guida che in alcune leggi o norme del nostro paese demandano ai livelli istituzionali. L'esistenza di vincoli di leggi e norme in ambito sanitario e in quello per noi più specifico della medicina del lavoro, hanno fino ad oggi notevolmente condizionato la produzione e applicazione delle LG. Nel nostro Paese, il centro di riferimento nazionale di informazione, documentazione, ricerca, sperimentazione, controllo e formazione in materia di tutela della salute e della sicurezza e benessere nei luoghi di lavoro è l'ISPESL. Questo Istituto ha prodotto alcune LG con l'obiettivo di supportare medici del lavoro, tecnici della prevenzione, aziende, pubbliche amministrazioni nella scelta di metodologie e strumenti appropriati. Si ricordano tra quelle finora elaborate quelle su rumore, vibrazioni, biotecnologie, legno, trasporti, camere iperbariche, sale operatorie, laboratori scientifici, piccole e medie aziende, strutture del SSN. In qualche caso, i documenti prodotti tendono a delimitare le scelte operative, vincolandole a norme tecniche di riferimento e assumendo così un carattere più strettamente normativo. Le LG dell'ISPESL non sono poi destinate nello specifico a singole figure professionali e pertanto non sono in esse reperibili specifiche indicazioni di orientamento per l'attività dei MLC.

Le LG SIMLII sono invece indicazioni che dovrebbero favorire l'attività professionale del medico del lavoro e che questi assume volontariamente.

Sono inoltre riferimenti essenziali per dimostrare l'aggiornamento qualificazione nei processi di accreditamento. Ovviamente, nulla vieta che un MLC ne adotti altre: crediamo però parimenti del tutto ovvio che LG diverse da quelle SIMLII dovranno possedere, ad esempio in processi di accreditamento come quello della SIMLII un dimostrabile pari o superiore valore.

Le LG si inquadrano nel generale disegno di analoghe pubblicazioni di altre discipline Mediche, definite come affermazioni sistematicamente sviluppate per supportare le decisioni, di medici (e pazienti) in specifiche circostanze cliniche per attuare una terapia efficace, o come raccomandazioni di comportamento clinico, elaborate, mediante un processo di revisione sistematica della letteratura e delle opinioni di esperti, con lo scopo di assistere medici (e pazienti) nel decidere le modalità assistenziali più appropriate in specifiche situazioni cliniche. Le LG, cioè, dovrebbero garantire strumenti sistematicamente sviluppati per assistere le decisioni del Medico in specifiche circostanze.

Una delle caratteristiche per noi fondamentali è il rispetto delle libertà e dell'autonomia del singolo medico, nella consapevolezza che la medicina non è scienza "esatta", ma conoscenza del "possibile". I provvedimenti e gli interventi adottati per influenzare favorevolmente il corso degli eventi sono individuati e raccomandati adottando i criteri probabilistici propri delle scienze biologiche. Resta alla competenza ed all'esperienza del singolo professionista decidere in che misura i comportamenti raccomandati dalle LG, pur rispondendo a standard qualitativi definiti sulla base delle più aggiornate evidenze scientifiche o del consenso di esperti, avallate da una società scientifica, si possano applicare in uno specifico contesto.

Sotto questo profilo, le LG SIMLII si caratterizzano per il contributo volontario dei soci, che mettono a disposizione dei colleghi le loro competenze, in un processo di reciproco aggiornamento ed arricchimento culturale. La decisione SIMLII di collegare la stesura di LG al processo di formazione continua e più in generale del processo di aggiornamento, miglioramento e riconoscimento della "qualità" del Medico del Lavoro, potrebbe rispondere ad alcune delle sollecitazioni sopra richiamate e rappresentare un mezzo per migliorare l'implementazione delle LG da parte degli interessati.

Dal 2003, primo anno di vita di questa collana, sono state pubblicate dodici linee guida (LG):

  • Rumore
  • Cancerogeni
  • Attività lavorativa con videoterminali
  • Solventi organici
  • Disturbi e patologie muscolo-scheletriche dell'arto superiore
  • Radiazioni non ionizzanti
  • Vibrazioni
  • Disturbi e patologie del rachide da movimentazione manuale di carichi
  • Valutazione del rischio
  • Lavori atipici e a turni
  • Sorveglianza sanitaria
  • Rischio da sensibilizzazione

Nel 2005 vedranno la luce i primi sei aggiornamenti di altrettante LG oltre alla pubblicazione di nuove LG su:

  • Elementi metallici in generale, piombo, cromo, nichel, mercurio e cadmio
  • Dermopatie professionali
  • Vaccinazioni e prodotti fitosanitari
  • Primo soccorso
  • Lavoratori dei trasporti
  • Inabilità e lavoro
  • Stress
  • Monitoraggio biologico

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2022 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti