Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

limiti degli accertamenti diagnostici

Questo argomento ha avuto 11 risposte ed è stato letto 968 volte.

caballero

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
52
  • Re: limiti degli accertamenti diagnostici
  • (02/10/2019 13:08)

mantello il 30/09/2019 02:22 ha scritto:
Fatta la domanda circa l'utilità di seminari e convegni non mi pare impossibile darsi la risposta se si considera che interi settori di Medicina del lavoro si stanno occupando di "altro" rispetto alla MdL. Si magnificano i risultati ottenuti nell'alimentazione (ma quanti eventi avversi sono stati effettivamente prevenuti?) e si dimentica di calcolare quanto costa (in un sistema a risorse definite e ultralimitate) l'aver messo in secondo piano la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionale. Inoltre è più dannosa per le coronarie la salsiccia o la sadica organizzazione del lavoro?
Ancora prima convegni e seminari ci hanno convinto che è inutile misurare l'inquinamento, tanto c'è l'algoritmo. Ci hanno convinto che è inevitabile avere DGR differenti in ogni Regione per alcool e "droghe". Ci hanno convinto che chiedendo "Il suo lavoro viene spesso interrotto?" si ottiene un dato oggettivo e quantitativo utile a valutare lo stress.
Una domanda finale: se non ci fossero in ballo i crediti ECM quanti seminari e convegni sarebbero semideserti?. Ovviamente non tutto è spazzatura. Però qualche certezza in meno , a mio avviso, aiuterebbe a migliorare

Pienamente d'accordo con questo intervento e con quello precedente: aggiungo che l'ipocrisia italiana, che pervade i campi economico, politico, culturale, etc., non esclude nemmeno la nostra professione... della serie "facciamo le cose male ma così possiamo dire di averle fatte e siamo a posto"... inoltre sapete dirmi quanti MC che fanno i MC sul territorio sono coinvolti in congressi, seminari, proposte di legge, etc? chi DECIDE e PONTIFICA? professori universitari fermi nella pratica del MC agli anni 80-90, medici degli spisal, che spesso non hanno mai fatto il mc, tecnici-politici schierati in lobby varie, sindacati ormai scollati dai lavoratori, etc etc
Faggiano hai ragione anche tu: siamo medici e non avvocati (infatti spariamo caz****** come le sparerebbe un avvocato in materia sanitaria) MA quando siamo convocati dagli spisal & C. non parliamo di medicina ma dei codici e codicilli e delle varie interpretazioni (spesso difformi da Provincia e Provincia, altro che Regione!)... puoi essere anche colto, un ottimo medico, un mc che instaura un rapporto umano con il lavoratore che visita, che non si limita a sporcare la carta e pararsi il c***o ma OTTEMPERI la norma???

milvio.piras

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Cagliari
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
559
  • Re: limiti degli accertamenti diagnostici
  • (03/10/2019 21:54)

Guardate che non è mica impossibile darsi una qualche forma di organizzazione e interagire con le istituzioni da una posizione quantomeno di rispetto reciproco.
Gli scambi di idee ed informazioni su questo forum sono già qualcosa di molto interessante, ma avrebbero ben altra efficacia se chi partecipa a discussioni come questa non restasse rintanato in casa, ma si rendesse disponibile a costituire un vero e proprio gruppo di lavoro i cui risultati potrebbero essere acquisiti come linee di indirizzo, presentati in occasione di qualche congresso, assumere ufficialità e servire come valido riferimento in caso di contenzioso.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2019 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti