Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

CPAP E LAVORO NOTTURNO

Questo argomento ha avuto 11 risposte ed è stato letto 1719 volte.

mantello

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
536
  • Re: CPAP E LAVORO NOTTURNO
  • (05/12/2023 15:27)

Concordo ovviamente sulla drammaticità della situazione riportata in tabella ma mi pare importante aggiungere due osservazioni a quanto rilevato da Sonnambulo.
a) Nella storia della MdL sono stati profusi fiumi di inchiostro e sudore per studiare e ridurre la variabilità individuale nell’interpretazione dell’osservato. Penso, in particolare, al lavoro fatto sulle radiografie del torace. La tabella dimostra che su questo aspetto le ASL interessate sono ancora prima dell’anno zero. Mi consolerebbe apprendere che altrove si è lavorato sul problema.
b) In tutte le ASL è alta (nella E stratosfericamente) la percentuale di giudizi modificati. Revocare un giudizio che si ritiene sbagliato sottende una indagine ed un ragionamento critico di cui ci si assume una forte responsabilità. Modificare un giudizio è più facile e meno responsabilizzante. Se poi si modifica a tappeto nasce il sospetto che si voglia solo (per usare un sofisticato tecnicismo) far vedere chi ce l’ha più lungo. E’ infatti inverosimile che la modifica discenda da una valutazione del rischio lavorativo, per ogni singolo ricorso, più approfondita e raffinata di quella che ha il MC. E’ inoltre difficile ritenere che ognuna delle modifiche prescritte abbia un peso talmente decisivo sulla tutela della salute del lavoratore da renderla imprescindibile.

Sonnambulo

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Lodi
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
175
  • Re: CPAP E LAVORO NOTTURNO
  • (12/12/2023 15:22)

Pienamente d'accordo sui 2 punti citati. Colleghi ben informati in quanto direttamente a contatto con i "revisori" (non dico di quale ASL ma si trova nel Piemonte occidentale, molto occidentale) mi dicono che alla base del principio di modifica o revoca dei giudizi ci siano 2 motivazioni ben precise:

1) Voglio farti vedere che sono più bravo di te e quindi ti do una lezione

2) Sono molto irritato dal fatto che tu, collega del settore privato, abbia un fatturato doppio, triplo o quadruplo rispetto al mio... e quindi mi vendico applicando il punto 1) e sanzionandoti pure se nell'esame obiettivo della cartella sanitaria hai scritto addome piano anziché globoso ad un panzone.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2024 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti