Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?

Questo argomento ha avuto 20 risposte ed è stato letto 3096 volte.

c.caterina

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Cremona
Professione
Consulente
Messaggi
11
  • Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 10:32)

Salve a tutti,
una ditta che l'anno scorso ha eseguito le visite mediche periodiche nel mese di giugno, a settembre è stata assorbita da un'altra azienda ed è stato chiusa l'unità locale ed i dipendenti spostati tutti nella nuova sede dove c'è un nuovo MC.
Ora... dato che questa azienda non esiste più il MC è obbligato a fare l'allegato?
Anche perchè non c'è nessuno in grado di inviarmi il dato relativo al numero dei dipendenti al 30.6 e 31.12...
Cosa faccio?

grazie,
Caterina

ramiste

ramiste
Provenienza
Catania
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
827
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 11:47)

Il quesito è uno dei tanti aspetti poco chiari relativi all'invio dell'allegato, nella sua forma attuale (qui prescindo, naturalmente, da tutti gli altri discorsi su proroga, abrogazione etc.).
Secondo la'interpretazione più logica e di buon senso, fermo restando che da parte del Ministero della Salute c'è l'indicazione di inviare i dati anche nel caso in cui la sorveglianza sanitaria nell'anno 2013 sia stata pari a "zero" (possibilità frequente in molte ditte del terziario che impiegano solo videoterminalisti, ad esempio), per motivi di completezza statistica l'allegato va comunque inviato; lo stesso ragionamento dovrebbe valere, quindi, per aziende che hanno modificato la ragione sociale come nel caso in questione.
A chi spetta l'onere della trasmissione ? Secondo logica, al MC incaricato al momento dell'invio, che è in atto il titolare del rapporto con il datore di lavoro e che può ricostruire i dati della sorveglianza sanitaria effettuata nell'anno precedente, anche da altro medico competente, dal momento che è in possesso di tutte le informazioni necessarie o può comunque procurarsele dalle cartelle sanitarie e di rischio e dai certificati di idoneità presenti in azienda.

lanfraz

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Pavia
Professione
Medico Competente
Messaggi
423
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 16:52)

Perdonami, ramiste, ma in che modo "secondo logica l'onere spetta al medico competente incaricato al momento dell'invio"..? Cioè, dovrebbe inviare i dati di una ditta di cui non è mai stato MC..? E quindi, se, come ho scritto in un altro post, un'azienda mi nomina il 28/03, dovrei correre a recuperare i dati del 2013 per poterli inviare..? A me sembra follia, non logica, comunque la si pensi sull'allegato 3b.

Quanto al numero dei dipendenti, Caterina, se la ditta non esiste più, può inserirlo il medico stesso, spuntando la voce relativa alla non comunicazione da parte del datore di lavoro. Tra l'altro, nel caso in questione, difficilmente il dato potrà essere verificato.

ramiste

ramiste
Provenienza
Catania
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
827
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 17:55)

Francamente appare improbabile che si possa essere nominati il 28 marzo, proprio alla scadenza dell'adempimento di legge, a meno di situazioni veramente eccezionali; tra l'altro, in questo caso, probabilmente il MC nominato in precedenza avrebbe già inviato i dati.
Il problema reale si pone per gli avvicendamenti che avvengono, come spesso accade, a fine anno; in queste condizioni il medico competente che subentra ha tutto il tempo di organizzarsi per la trasmissione dell'allegato, mentre chi è stato "disdettato" non solo non ha più l'obbligo (non essendo più formalmente il MC di quella azienda) ma - tra l'altro - non avrebbe materialmente neanche più i dati sanitari, avendo già consegnato tutta la documentazione in suo possesso al datore di lavoro (come previsto dalla legge).

lanfraz

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Pavia
Professione
Medico Competente
Messaggi
423
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 18:27)

No, un attimo, però. L'adempimento a un obbligo di legge non può essere regolato dal calcolo delle probabilità di essere nominato in questo o quel periodo dell'anno o che il precedente MC abbia o meno inviato i dati. Il 28 marzo vale come qualsiasi altro giorno - e non mi sembra che tutti i MC vengano nominati il 2 gennaio - perché è il concetto che mi sembra folle.
Poi, suvvia, se mi dici che il precedente medico può avere difficoltà a recuperare i dati aziendali, posso anche essere d'accordo, ma la documentazione sanitaria già consegnata e l'inaccessibilità dei dati sanitari.. mica apri le cartelle una a una per compilare l'allegato 3b.. prendi il tuo riepilogo delle idoneità, eventualmente il programma di sorveglianza, se non ti sovvengono i rischi, e riporti i dati (inutili a fini epidemiologici) .
In ogni caso questa nebulosità non fa che confermare l'assurdità di questo adempimento.

lanfraz

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Pavia
Professione
Medico Competente
Messaggi
423
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 18:42)

No, un attimo, però. L'adempimento a un obbligo di legge non può essere regolato dal calcolo delle probabilità di essere nominato in questo o quel periodo dell'anno o che il precedente MC abbia o meno inviato i dati. Il 28 marzo vale come qualsiasi altro giorno - e non mi sembra che tutti i MC vengano nominati il 2 gennaio - perché è il concetto che mi sembra folle.
Poi, suvvia, se mi dici che il precedente medico può avere difficoltà a recuperare i dati aziendali, posso anche essere d'accordo, ma la documentazione sanitaria già consegnata e l'inaccessibilità dei dati sanitari.. mica apri le cartelle una a una per compilare l'allegato 3b.. prendi il tuo riepilogo delle idoneità, eventualmente il programma di sorveglianza, se non ti sovvengono i rischi, e riporti i dati (inutili a fini epidemiologici) .
In ogni caso questa nebulosità non fa che confermare l'assurdità di questo adempimento.

ramiste

ramiste
Provenienza
Catania
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
827
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 19:22)

Non intendo sviluppare un dibattito a due e di conseguenza assicuro tutti gli altri colleghi che vogliono intervenire in merito che non continuerò, ma volevo solo ribadire che sono d'accordo nel constatare la nebulosità di questo particolare adempimento e i numerosi aspetti che sono ancora da chiarire.
Per quanto riguarda l'altra questione, pongo invece un quesito: per quale motivo il MC dovrebbe conservare copia della documentazione di una ditta che non segue più (o che, peggio, gli ha "bruscamente" revocato l'incarico, come purtroppo spesso accade) ? La normativa impone precisi obblighi, quando nominato, ma non precisa affatto di tenere copie dei certificati di idoneità o dei protocolli sanitari o di altri documenti analoghi, che peraltro sono regolarmente consegnati al datore di lavoro - e/o al lavoratore o ad altri soggetti della prevenzione - nei tempi e nei luoghi stabiliti dalla legge. Per tale motivo parlavo prima di "impossibilità materiale" ad adempiere, a meno che qualcuno (cioè una istituzione) ci dica che è necessario - e legale - tenere i documenti di cui sopra ... e poi ci dica per quanto tempo (10 anni ? 20 anni ?) e in base a quale norma regolamentare o legislativa.

lanfraz

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Pavia
Professione
Medico Competente
Messaggi
423
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 20:47)

Perché vi piccate sempre :-)..?

E' una discussione serena alla quale possono partecipare tutti i colleghi intenzionati a farlo.

Detto ciò, andiamo sul pratico..

Non serve alcuna normativa che imponga al medico competente di conservare la documentazione per 10 o 20 anni: è sufficiente che il suddetto, nel momento in cui decade e, come fanno tutti (..), elimina qualunque testimonianza del suo rapporto con l'azienda, ivi compresi i riepiloghi delle idoneità generati automaticamente da qualsiasi software gestionale o creati con un banale excel, sapendo che avrà quest'incombenza, riporti gli stessi dati in forma anonima sul modello dell'allegato 3B in modo da poterli poi inviare.
Così può anche rimanere nella legalità..

Ma sulla base di quale criterio, normativo o meno, alla domanda "chi deve inviare l'allegato 3B di una ditta che abbia cessato l'attività oppure sia stata assorbita da un'altra azienda, trasferendo i lavoratori..?" la risposta potrebbe essere: "Il medico competente (differente) della nuova ditta"...?

Per inciso, la prima cosa che si chiede al MC nel portale INAIL è di dichiarare, sotto la propria responsabilità, di avere ricevuto l'incarico dal datore di lavoro dell'azienda di cui si stanno inviando i dati.

Qualcuno ci darà la sua versione, ramiste.

clamagio2@tin.it

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
228
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (20/03/2014 22:46)

Intervengo in questa discussione con una considerazione che potrà sembrare di parte, ed in effetti lo è. Sono stato nominato il 1/1/14 M.C. di una azienda, e ritengo, con il buon senso, che il 3B lo debba mandare il collega che mi ha preceduto, semplicemente perchè non posso io assumermi la responsabilità di inviare dati rispetto ad una attività che non ho svolto ( e questo ovviamente varrebbe anche a parti invertite).L'esempio di Lanfraz è congruo ( un M.C. nominato il 28/3 che fa?) come non mi sembra surreale pensare che se un M.C. di dimettesse il 1/3 e il D.L. ne nominasse un'altro il 1/4 nessuno dei 2 invierà il 3B. Per avere una risposta dobbiamo aspettare una sanzione, il ricorso ed un pronunciamento del giudice? In ultimo chiedo a Ramiste: è stata stabilita la data della nuova convocazione del tavolo tecnico?

ramiste

ramiste
Provenienza
Catania
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
827
  • Re: Va inviato l'allegato 3B per una ditta che ha chiuso?
  • (21/03/2014 09:53)

Ritorno sull'argomento perché credo sia importante e perché, a quanto pare, ci sono opinioni divergenti; spero mi scuserete se stavolta farò un intervento un po' più lungo.
In premessa, anche se può apparire superfluo, ricordo brevemente il comma 1 dell'art. 40 del D.Lgs. 81/08: "Entro il primo trimestre dell’anno successivo all’anno di riferimento il medico competente trasmette (...) le informazioni (...) relative ai dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, sottoposti a sorveglianza sanitaria (...)". In tale articolo è quindi indicato chiaramente chi deve trasmettere (il medico competente) e cosa deve trasmettere (le informazioni relative ai dati dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria).
Nel DL 81/08 si fa sempre riferimento al medico competente nominato dal datore di lavoro o dal dirigente delegato ex art. 18 per effettuare la sorveglianza sanitaria e gli altri compiti previsti dalla legge; si tratta, cioè, del MC pro-tempore, essendo possibile revocare la nomina in ogni momento per i motivi più vari (indisponibilità del medico competente, perdita del rapporto di fiducia, anche - purtroppo - motivi "economici" etc.). Al momento dell'eventuale avvicendamento è esplicitamente previsto che il medico competente "consegna al datore di lavoro, alla cessazione dell’incarico, la documentazione sanitaria in suo possesso, nel rispetto delle disposizioni di cui al Decreto Legislativo del 30 giugno 2003 n.196, e con salvaguardia del segreto professionale" (comma 1 lettera d) art. 25 D.Lgs. 81/08). Sottolineo che non è previsto che il MC trattenga alcuna documentazione della ditta che non segue più.
Come comportarsi, quindi in caso di avvicendamento del medico competente prima della scadenza del 31 marzo di ogni anno ? Ripeto, credo che ragionevolmente l'obbligo di trasmissione dei dati rimanga in capo al medico competente incaricato pro-tempore al momento della trasmissione stessa e, comunque, al momento della scadenza, cioè del 31 marzo, se la trasmissione non è avvenuta prima.
Infatti, supponendo che ci sia stato un avvicendamento, il precedente MC - chiamiamolo "past medico competente" per non creare confusione - si troverebbe in forte imbarazzo e nella impossibilità materiale di assolvere all'obbligo di cui all'articolo 40, in quanto:
1. alla data di trasmissione dei dati, che può avvenire solo nella finestra temporale che va dal 1° gennaio al 31 marzo di ogni anno, non è più il MC di quella determinata azienda, essendo stato sostituito da altro professionista (quindi a che titolo trasmetterebbe dati di una azienda nella quale non riveste più alcun incarico ?);
2. per lo stesso motivo di cui sopra, non ha titolo alcuno a richiedere al datore di lavoro i dati necessari a completare l'attuale prospetto dell'allegato 3B, come numero dei dipendenti etc. (anche se l'allegato può essere inviato comunque senza tali informazioni);
3. non avrebbe più i dati statistici sanitari necessari a ricostruire la situazione dell'anno precedente, avendo obbligatoriamente consegnato tutta la documentazione sanitaria eventualmente in suo possesso al datore di lavoro, ai sensi del comma 1 dell'art. 25 già richiamato prima, né tanto meno la legge gli consente di ritenere copia di tali dati, neanche su supporti informatici e/o per qualsivoglia motivo;
4. infine, anche se può essere considerata una notazione marginale, non avrebbe neanche alcun titolo per ottenere un compenso per tale prestazione obbligatoria.
Infatti nell'applicativo web predisposto dall'INAIL, a un certo punto, si chiede al MC di certificare di essere nominato per l'unità produttiva per la quale si stanno inserendo i dati; a tale richiesta (una sorta di autocertificazione) come si potrebbe rispondere affermativamente, se non si è - all'atto della trasmissione dei dati - incaricati e nominati per quella azienda e quella unità produttiva ?
Posto, infine, che la legge non consente soluzioni di continuità nella nomina del MC (cioè non è possibile fare scadere il precedente MC senza nominarne uno nuovo .... anche se purtroppo molto spesso nella pratica ciò avviene, soprattutto negli enti pubblici), facciamo una ipotesi un po' bizzarra: supponiamo che un MC cessi la sua attività per motivi particolari, vada in pensione, divenga irreperibile o (facciamo gli scongiuri) addirittura muoia. In questo caso che si fa ? Nessuno deve inviare i dati e l'obbligo non deve più essere assolto ? Ma così facendo al sistema verrebbero a mancare le informazioni che il nuovo MC potrebbe senz'altro inviare, utilizzando la documentazione lasciata dal precedente medico non più presente o reperibile.
Non volendo essere frainteso, preciso che quanto detto prescinde, ovviamente, da tutte le altre discussioni già fatte su abrogazione dell'allegato, proroga della scadenza etc. etc.

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti