Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Firmate contro lo scioglimento dell'Ispesl (01 Giu 2010)

Firmate contro lo scioglimento dell'Ispesl

L’ISPESL (Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro) è nato dalla soppressione dell’ENPI, un altro ente inutile, nel 1978, proprio per rispondere all’esigenza di avere anche in Italia come negli altri paesi industrializzati, una istituzione pubblica di ricerca dedicata alla sicurezza del lavoro.

Da allora, per 30 anni, l’Istituto ha investito denaro pubblico per dotarsi di attrezzature e personale ricercatore che lo hanno portato oggi ad essere conosciuto ed apprezzato dalla comunità scientifica nazionale ed internazionale.

L’ISPESL svolge attività di ricerca e consulenza tecnico-scientifica a supporto delle attività dei Ministeri della Salute, del Lavoro, dello Sviluppo Economico e Attività produttive e delle Regioni e P.A. in base alle diverse specifiche e numerose normative (direttiva "Seveso" , sorveglianza del mercato per le direttive di prodotto, D.Lgs. 81/2008, ecc.).

A livello europeo ISPESL è Focal Point Nazionale dell’Agenzia Europea di Bilbao e supporta la definizione e la realizzazione delle attività dell’Agenzia in raccordo con gli altri Paesi europei.

A livello internazionale l’Istituto è dal 2003 Centro di Collaborazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel settore della salute e sicurezza sul lavoro e partner in numerosi Network internazionali.

Tutto questo rischia di essere vanificato e sperperato, la professionalità dei ricercatori mortificata, più di 500 fra borsisti e co.co.co che in questi anni hanno sopperito alla mancanza di organico rendendosi indispensabili, rimarranno disoccupati, in nome di un risparmio che se valutato correttamente risulta irrisorio.

In nessun Paese europeo le ragioni della crisi hanno portato allo scioglimento degli enti di ricerca che si occupano di salute e sicurezza sul lavoro e della riduzione delle tutele sociali.

Prima che la manovra venga definitivamente approvata abbiamo poche ore per far sentire la nostra voce. L’Istituto ha sospeso le attività istituzionali ed è in stato di agitazione permanente.

Se volete aiutare l'Ispesl, se volete che la ricerca pubblica esista ancora, se pensate che la sicurezza del lavoro sia un valore, fate girare questa comunicazione a tutti i vostri contatti professionali: collegatevi a questo sito e sottoscrivete l'appello.


MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti