Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Approvati diversi OdG sull'art. 40 nella conversione in legge del “decreto del fare” (08 Ago 2013)

Approvati diversi OdG sull'art. 40 nella conversione in legge del “decreto del fare”

L'esame del Parlamento per la conversione in legge del Decreto 69/2013 (il cosiddetto “Decreto del Fare”) è ormai quasi concluso. Dopo l'approvazione del Senato, il testo torna alla Camera per la ratifica delle ultime modifiche apportate e dovrebbe essere approvato in via definitiva entro domani, venerdì 9 agosto, prima della chiusura estiva delle Camere. Nel corso del dibattito parlamentare si è parlato anche di art. 40 e allegato 3B; non sono stati approvati emendamenti specifici sull'argomento ma sono stati presentati e accolti numerosi Ordini del Giorno.

Nonostante le pressanti richieste della SIMLII e di tutte le associazioni dei medici competenti, nel decreto del fare non sono stati accettati gli emendamenti proposti per la modifica immediata dell'art. 40, relativamente all'attuale obbligo di invio dei dati tramite l'allegato 3B. Tuttavia, sono stati presentati e approvati diversi Ordini del Giorno in entrambi i rami del Parlamento (si ricorda che gli Ordini del Giorno costituiscono una richiesta al Governo ma non sono immediatamente operativi e possono essere resi esecutivi solo con norme primarie - DL o Leggi - e non per decreto ministeriale).

Alla Camera dei deputati è stato approvato l'Ordine del Giorno proposto dall'on.le Pierpaolo Vargiu (SC), discusso in Aula in data 25/07/2013 (OdG 9/01248-AR/122 – clicca qui per il testo completo), che impegna il Governo a prevedere “nei prossimi provvedimenti normativi, la possibilità di modificare l'articolo 40 del decreto legislativo n. 81 del 2008, con particolare riferimento agli effetti conseguenti alle disposizioni in esso contenute, disponendo una proroga del termine della sperimentazione almeno sino al 31 dicembre 2013, con conseguente sospensione del pesante apparato sanzionatorio a carico dei medici competenti” nonché ad “attivare un tavolo di confronto con le associazioni che raccolgono i medici competenti, finalizzato a valutare ogni opportuna modifica delle disposizioni contenute all'articolo 4 del decreto ministeriale 9 luglio 2012, finalizzate ad eliminare eventuali gravami burocratici per i medici competenti dai quali non discendano effettivi miglioramenti delle condizioni di tutela della salute del lavoratore.”

Al Senato sono stati discussi due Ordini del Giorno, uno proposto dai senatori Orrù, Dirindin, Mattesini e Padua (PD) e l'altro dalla senatrice Serena Fucksia (M5S), nostra collega Medico del Lavoro. Il primo OdG (G32.100 al DDL n. 974 – clicca qui per il testo completo) impegna il Governo a “valutare l'opportunità di modificare l'articolo 40 del decreto legislativo n. 81 del 2008 disponendo una proroga del termine della sperimentazione almeno sino al31 dicembre 2013. con conseguente sospensione delle sanzioni a carico dei medici competenti; valutare inoltre l'opportunità di modificare il citato articolo 40 al fine sia di evitare che le disposizioni ivi previste siano foriere di mori adempimenti burocratici per i medici competenti comunque non utili alla prevenzione sia di chiarire l'uso delle informazioni che ci si propone di raccogliete e delle loro utilità preventiva, contribuendo al miglioramento delle norme e delle prassi di prevenzione e promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; valutare l'opportunità di procedere ad una revisione degli allegati 3A e 3B al fine di definire, secondo criteri di semplicità. i contenuti degli allegati medesimi nel rispetto della normativa vigente; attivare un tavolo di confronto con le associazioni che raccolgono i medici competenti, finalizzato a valutare ogni opportuna modifica delle disposizioni contenute all'articolo 4 del decreto ministeriale 9 luglio 2012, finalizzate ad eliminare eventuali gravami burocratici per i medici competenti dai quali non discendano effettivi miglioramenti delle condizioni di tutela della salute del lavoratore.L'OdG non è stato votato in Aula ma “accolto dal Governo”.

L'attività della senatrice Fucksia si è svolta sia nel dibattito nelle Commissioni incaricate di esprimere un parere sul DL 69/2013, con la presentazione di numerosi emendamenti, sia in aula con un intervento che ha affrontato, tra l'altro, anche il delicato argomento dell'art. 40 e dell'allegato 3B. A conclusione di tale attività il Senato ha impegnato il Governo ad affrontare e risolvere le problematiche di cui all'emendamento presentato dalla Senatrice, trasformato nell'OdG G32.202, che così recita: “l'articolo 40 è sostituito con il seguente:

Art. 40. - (Rapporti del Medico Competente con il Servizio Sanitario Nazionale)

1. L'attività professionale del medico competente si svolge in sinergia con le attività del Servizio Sanitario Nazionale.

2. Entro il 31 dicembre 2015, con decreto del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano e sentite le Società scientifiche nazionali rappresentative dei medici del lavoro, sono definite le condizioni e le modalità della collaborazione del Medico Competente al Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP), al fine di valutarne in senso condiviso scopi, metodi e risultati".

Si tratta di un primo, apprezzabile, risultato della pressione esercitata sulle istituzioni da parte della SIMLII e di tutte le associazioni dei Medici del Lavoro e dei Medici Competenti, su cui continuare a lavorare nel prossimo futuro con un confronto serrato e approfondito con tutti gli interlocutori del Governo, delle Regioni e dell'INAIL. Da altre fonti si apprende che sarebbe in fase di emanazione l'annunciato decreto ministeriale sulla proroga dei termini dell'invio dei dati dell'allegato 3B, che ha quasi terminato il lungo iter burocratico-amministrativo necessario per la sua pubblicazione in G.U.

Riteniamo doveroso, infine, esprimere i nostri ringraziamenti nei confronti di tutti i deputati e i senatori che hanno sostenuto le nostre istanze nei due rami del Parlamento (l'on.le Antonio Boccuzzi e l'on.le Pierpaolo Vargiu, i senatori Orrù, Dirindin. Mattesini e Padua), con un particolare ringraziamento e apprezzamento per il grande e continuato impegno e la “grinta” mostrata per l'occasione dalla nostra collega e senatrice Serenella Fucksia, che ci auguriamo possa continuare proficuamente nella sua attività per porre all'attenzione delle forze governative, politiche e sociali le molteplici difficoltà dell'attività professionale quotidiana di tutti i medici competenti e suggerire le proposte concrete per porvi soluzione.





MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti