Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

medico competente dipendente asl nel dipartimento di prevenzione e interpello del ministero del lavoro 02/2018

Questo argomento ha avuto 25 risposte ed è stato letto 1469 volte.

faggiano.danilo

faggiano.danilo
Provenienza
Lecce
Professione
Medico Competente
Messaggi
588
  • Re: medico competente dipendente asl nel dipartimento di prevenzione e interpello del ministero del lavoro 02/2018
  • (02/08/2018 11:15)

Conte_Vlad_III il 02/08/2018 10:48 ha scritto:
Non metto in dubbio che uno possa appassionarsi ad una materia, diverso è studiarla partendo da un percorso formativo universitario ben definito. Ma ovviamente è una considerazione sbagliata la mia perche' poi il Bravo Legislatore ci ha messo lo zampino.
Un domanda: come mai agli Igienisti interessa molto di piu' l'attività di medico competente di quanto interessi ai medici legali? E' la passione o il "se po' fa'"?
Sul fatto di "chi calpesti cosa" evidentemente le esperienze ci conducono ad un capolinea differente.

Beh è lo stesso dubbio e perplessità rappresentato dai medici legali che sottolineano come, a loro giudizio impropriamente e con scarsa professionalità, molti medici (igienisti, medici del lavoro, ortopedici, ecc.) si cimentino in perizie/consulenze medico-legali per la valutazione del danno biologico in diversi ambiti che non sono squisitamente di loro competenza. I soldi fanno gola a tutti.

Solo che per fare il medico competente il legislatore ha imposto percorsi aggiuntivi, compreso il 70% degli ECM attinenti alla medicina del lavoro; mentre per fare la perizia medico-legale basta essere abilitati alla professione. Anche i medici legali hanno da lamentarsi un bel po'.

Dati i vincoli di cui sopra, la vedo difficile che uno, igienista o medico legale, si metta a fare il medico competente senza studiare un po' e senza intendere il "occuparsi" con il "tenersi aggiornato". Altri hanno forse studiato in passato ed ora vorrebbero campare di rendita ex lege.

Il mercato vuole professionisti seri ed in continuo aggiornamento, un datore di lavoro privato all'inizio può anche cedere al miglior offerente ma alla lunga sceglierà (e lo vedo spesso) chi gli offre più affidabilità.

Per fortuna il mio rapporto con i miei amici e colleghi specialisti in medicina del lavoro è di assoluto rispetto e stima reciproca. Ci confrontiamo, ci chiediamo pareri, collaboriamo, andiamo insieme ai corsi di aggiornamento. Forse perchè ci si guarda negli occhi e si constata da vicino il modo di lavorare e la professionalità ed impegno.
Questa tensione/conflittualità tra i diversi specialisti lo percepisco solo in questo forum o in discorsi più generalizzati in cui le qualità del singolo si perdono nella massa anonima.

A pensar male si fa peccato ma ci s'azzecca!

nicox691

nicox691
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
213
  • Re: medico competente dipendente asl nel dipartimento di prevenzione e interpello del ministero del lavoro 02/2018
  • (02/08/2018 12:30)

https://medicocompetente.it/forum/thread/8859/Eeeh-beh/p/2/#post-51403

mantello

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Milano
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
197
  • Re: medico competente dipendente asl nel dipartimento di prevenzione e interpello del ministero del lavoro 02/2018
  • (02/08/2018 14:43)

"Vedo che il concetto "tanto non facciamo danni" sta prendendo sempre più piede, ma io questo non l'ho mai detto. Invito ad una più attenta lettura del mio post per evitare fraintendimenti non voluti." (2/8/18)

"Grazie a Dio non apriamo il cuore a nessuno nè intubiamo nessuno, direi che se po' fa' senza grandi danni!" (1/8/18)

Effettivamente è opportuno leggere bene i post, anche i propri

faggiano.danilo

faggiano.danilo
Provenienza
Lecce
Professione
Medico Competente
Messaggi
588
  • Re: medico competente dipendente asl nel dipartimento di prevenzione e interpello del ministero del lavoro 02/2018
  • (02/08/2018 15:20)

mantello il 02/08/2018 02:43 ha scritto:
"Vedo che il concetto "tanto non facciamo danni" sta prendendo sempre più piede, ma io questo non l'ho mai detto. Invito ad una più attenta lettura del mio post per evitare fraintendimenti non voluti." (2/8/18)

"Grazie a Dio non apriamo il cuore a nessuno nè intubiamo nessuno, direi che se po' fa' senza grandi danni!" (1/8/18)

Effettivamente è opportuno leggere bene i post, anche i propri

Beh, è bello che di tutti i concetti espressi in un post sia piaciuta particolarmente la frase "se po' fa'" :-)

E continuo a dire che, se la rischiosità (o sinistrosità) della branca medicina del lavoro fosse davvero così alta, noi tutti pagheremmo dei premi assicurativi di RC professionale almeno pari a chi "apre il cuore" o "intuba qualcuno" e non vedremmo nessun medico competente girare come una trottola con camper/roulotte/retrobottega/bancarelle, strumentazione fatiscente, ecc.
Evdentemente la materia si presta ad una gestione diversa e spetta al singolo fare la differenza.

Ancora una volta e spero di non essere frainteso ulteriormente, la frase "se po' fa'" è legata al fatto che le branche specialistiche Igiene, Medicina del Lavoro e Medicina Legale sono simili per molti aspetti (lo dice anche e soprattutto il MIUR). Quindi uno specialista in una di queste branche non dovrà compiere sforzi intellettuali di particolare rilevanza per affrontare alcuni aspetti dell'altra branca. Non stiamo parlando di un neurologo che si mette a fare il cardiochirurgo!!

A pensar male si fa peccato ma ci s'azzecca!

Conte_Vlad_III

Conte_Vlad_III
Provenienza
Pavia
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
165
  • Re: medico competente dipendente asl nel dipartimento di prevenzione e interpello del ministero del lavoro 02/2018
  • (02/08/2018 15:57)

faggiano.danilo il 02/08/2018 03:20 ha scritto:
Quindi uno specialista in una di queste branche non dovrà compiere sforzi intellettuali di particolare rilevanza per affrontare alcuni aspetti dell'altra branca. Non stiamo parlando di un neurologo che si mette a fare il cardiochirurgo!!

suggerirei, ovviamente a puro titolo personale, di considerare esaurita questa discussione perche' mi pare che la piega presa sia potenzialmente "pericolosa". Ovviamente non dal punto di vista "medico" visto che da quanto leggo non occorrono particolari sforzi intellettuali per "zompare" da una branca all'altra. Meno male che lo dice il MIUR! Strano che non me ne sia mai accorto.

faggiano.danilo

faggiano.danilo
Provenienza
Lecce
Professione
Medico Competente
Messaggi
588
  • Re: medico competente dipendente asl nel dipartimento di prevenzione e interpello del ministero del lavoro 02/2018
  • (02/08/2018 19:32)

Conte_Vlad_III il 02/08/2018 03:57 ha scritto:


suggerirei, ovviamente a puro titolo personale, di considerare esaurita questa discussione perche' mi pare che la piega presa sia potenzialmente "pericolosa". Ovviamente non dal punto di vista "medico" visto che da quanto leggo non occorrono particolari sforzi intellettuali per "zompare" da una branca all'altra. Meno male che lo dice il MIUR! Strano che non me ne sia mai accorto.

Infatti, mi arrendo.

A pensar male si fa peccato ma ci s'azzecca!

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2018 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti