Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Accordo sulla Prevenzione tra Regione Toscana e Procura della Repubblica (15 Set 2011)

Accordo sulla Prevenzione tra Regione Toscana e Procura della Repubblica

Rafforzare la vigilanza sui luoghi di lavoro, sviluppare azioni che promuovano l’osservanza delle norme reprimendo le violazioni, definire procedure omogenee su tutto il territorio per favorire le segnalazioni di infortuni e malattie professionali: questi i contenuti dell’accordo recentemente siglato dall’assessore alla Salute della regione Toscana, Daniela Scaramuccia, e dal Procuratore Generale dr. Beniamo Deidda.

La Regione Toscana e la Procura della Repubblica hanno firmato, in data 14 settembre 2001, un protocollo per il rafforzamento della tutela della Salute e della Sicurezza sui luoghi di lavoro con particolare riferimento alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.
I principali punti della nuova intesa sono:
- rafforzare l’attività di prevenzione e di vigilanza sui luoghi di lavoro per contrastare gli infortuni e le malattie professionali;
- sviluppare azioni efficaci atte a promuovere l’osservanza delle norme e reprimere le eventuali violazioni;
- definire procedure omogenee su tutto il territorio regionale per favorire il flusso delle segnalazioni di infortuni e malattie professionali che abbiano avuto come conseguenza lesioni gravi o gravissime o la morte del lavoratore.
La Regione si è impegnata a riutilizzare parte delle somme derivanti dalle sanzioni comminate dagli SpreSAL per Asl alle ditte che hanno violato la normativa sulla Sicurezza, circa 3 milioni di euro sui circa 5 milioni di multe all’anno. Viene altresì previsto che Regione e Procura ottimizzino la reciproca collaborazione, oltre che gli altri enti destinatari delle informazioni sugli infortuni e sulle patologie professionali e che ciascuna parte, per la propria competenza, adotti iniziative per accrescere la capacità di diagnosi precoce delle malattie professionali e sensibilizzare tutti i professionisti interessati (medici competenti, medici di famiglia, ospedalieri, altri specialisti etc.)
Le Procure sul territorio e le Asl collaboreranno, infine, allo scopo di promuovere sempre di più la cultura della sicurezza ed elevare i livelli di tutela dei lavoratori, in particolare nei settori di attività maggiormente a rischio.

(ulteriori informazioni su QuotidianoSanità.it: clicca qui )

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2020 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti