Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Ricerca news

News

Controlli per tossicodipendenza anche per medici e infermieri? (19 Feb 2011)

Controlli per tossicodipendenza anche per medici e infermieri?

Anche medici, infermieri e ostetriche dovranno sottoporsi ai test anti-droga già previsti per alcune categorie a rischio: il Dipartimento politiche antidroga ha approntato un provvedimento che andrà presto in Conferenza Stato-Regioni per un'intesa. E si sta valutando di inserire anche gli insegnanti.

«Stiamo progressivamente estendendo questi controlli, che sono partiti per camionisti, autisti e piloti, anche ad altre categorie a rischio come i medici (ma non quelli legali, perché personale sanitario non a contatto con i pazienti, ndr), che saranno i prossimi»: il sottosegretario Carlo Giovanardi commenta con soddisfazione il provvedimento in dirittura d'arrivo che vuole estendere i test antidroga. «In questa azione - dice Giovanardi - che è una delle tante che mettiamo in campo, come il nuovo codice della strada che prevede controllo antidroga per chi prende la patente, ci conforta il fatto che mentre cresce questa rete di controlli preventivi, cala il consumo di sostanze stupefacenti nostro Paese.


Autore: La Redazione

Parte la campagna contro la sabbiatura dei jeans, pratica che provoca la silicosi ai lavoratori (14 Feb 2011)

Parte la campagna contro la sabbiatura dei jeans, pratica che provoca la silicosi ai lavoratori

Parte oggi, in tutto il mondo. È la campagna internazionale per l’abolizione dei jeans sabbiati, sostenuta da Abiti Puliti e da Fair. Non è una questione di gusti, ma di diritti umani: il sandblasting, così si chiama la tecnica usata per la sabbiatura del denim, può provocare la silicosi. Una forma acuta, che colpisce nell’arco di 6-24 mesi di lavoro. E che è, spesso, letale. Un prezzo un po’ alto da pagare, per un paio di pantaloni alla moda.

(dal Corrieredellasera.it)

Autore: La Redazione

11 gennaio: prima riunione del nuovo Direttivo Simlii (10 Gen 2011)

11 gennaio: prima riunione del nuovo Direttivo Simlii

L'11 gennaio e' la data della prima riunione del nuovo Direttivo Simlii presediuta dal nuovo Presidente Prof. Pietro Apostoli. Fra gli altri punti all'ordine del giorno la nomina del nuovo Segretario e del nuovo Tesoriere.

Intanto sul sito della Simlii sono state pubblicate le ultime Relazioni all'Assemblea dei Soci dei precedenti Presidente, Segretario e Tesoriere.

Autore: La Redazione

Anche per l’anno 2011 nessun obbligo di trasmissione dei dati previsti nell’Allegato 3B (31 Dic 2010)

Anche per l’anno 2011 nessun obbligo di trasmissione dei dati previsti nell’Allegato 3B

Nonostante numerose anticipazioni, il decreto attuativo previsto dal D.Lvo 106/09 per l’aggiornamento degli allegati 3A e 3B dell’art. 40 del D.Lvo 81/08 non è stato approvato. Pertanto, anche per l’anno 2011 non è previsto alcun obbligo di trasmissione dei dati sanitari da parte dei medici competenti.

Autore: La Redazione

Convegno dei medici competenti delle strutture sanitarie del Veneto (23 Dic 2010)

Convegno dei medici competenti delle strutture sanitarie del Veneto

"I Medici Competenti delle Aziende Sanitarie e le Buone Prassi: una necessaria condivisione con Direzione regionale per la Prevenzione, RSSP, RLS, SPISAL delle Aziende Sanitarie del Veneto". Questo il titolo del Convegno che si terrà a Padova il 14 gennaio. Si tratta di un'importante e intelligente iniziativa che potrebbe servire da apripista per analoghe iniziative in altre regioni italiane.

Locandina Pieghevole

Autore: La Redazione

Concluso il 73° Congresso Nazionale SIMLII. Rinnovati gli organi dirigenti. Il Prof. Piero Apostoli nuovo Presidente per il prossimo quadriennio. (05 Dic 2010)

Concluso il 73° Congresso Nazionale SIMLII. Rinnovati gli organi dirigenti. Il Prof. Piero Apostoli nuovo Presidente per il prossimo quadriennio.

Il Congresso ha visto la presenza di più di 2000 partecipanti. Numerose e interessanti sono state le sessioni scientifiche e i corsi.

Durante il Congresso si sono svolte le elezioni per gli organi dirigenti. Durante la prima riunione del Consiglio Direttivo è stato eletto nuovo Presidente della SIMLII, all'unanimità, il Prof. Piero Apostoli.

Un generale apprezzamento per il proficuo lavoro svolto è stato riconosciuto al Presidente uscente, Prof. Giuseppe Abbritti.

Autore: La Redazione

Rilasciata la prima versione di Asped2000NE (02 Dic 2010)

Rilasciata la prima versione di Asped2000NE

Viene rilasciata la prima versione di Asped2000NE, come promesso in occasione del corso "La gestione della cartella sanitaria e di rischio cartacea e informatizzata alla luce del D.Lgs 81/08 e successive modifiche e integrazioni" organizzato a Pisa il 6 novembre.

Tra le novità significative ricordiamo il supporto agli ultimi sistemi operativi Microsoft (Windows Vista e Windows Seven), il supporto (facoltativo) per database centralizzati che permettono un migliore utilizzo in ambienti multiutente con grandi moli di dati.

Per installare il programma è sufficiente seguire le istruzioni mentre per il download è necessario essere registrati al sito MedicoCompetente.it

Autore: La Redazione per il gruppo "Asped2000"

Congresso SIMLII in diretta sul nostro sito (01 Dic 2010)

Congresso SIMLII in diretta sul nostro sito

MedicoCompetente.it trasmetterà in diretta streaming alcune parti del 73° Congresso Nazionale SIMLII.

Salvo impedimenti tecnici questo l'elenco delle sessioni che intendiamo trasmettere:

Abbiamo risolto alcuni problemi tecnici che impedivano una corretta visione della diretta nei giorni passati.

Autore: La Redazione

Elezioni per il rinnovo delle cariche della Simlii (29 Nov 2010)

Elezioni per il rinnovo delle cariche della Simlii

Sono state definitivamente approvate le candidature per il rinnovo degli organismi dirigenti della Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale, previste in occasione del 73° Congresso Nazionale che si terrà a Roma dal 1° al 4 dicembre (le elezioni sono indette per le giornate del 2 e del 3 dicembre 2010).

A testimonianza della rinnovata vitalità della Società, l'unica associazione nazionale che comprende al suo interno tutte le componenti scientifiche e professionali inerenti alla Medicina del Lavoro presenti nel nostro paese, tra i candidati per il consiglio direttivo e il collegio dei probi viri sono presenti non solo docenti universitari, ma anche colleghi dei servizi di prevenzione, dirigenti di aziende ospedaliere e di enti pubblici del settore, medici competenti del territorio.

I candidati, riportati più sotto, costituiscono uno spaccato della Medicina del Lavoro del nostro paese (docenti universitari, colleghi ospedalieri e dei servizi, medici competenti) in una equilibrata composizione di tutte le componenti, sia per quanto riguarda il livello territoriale (Nord, Centro, Sud) che la differenza di genere a causa della presenza di un certo numero di colleghe, più elevato di quanto non si fosse registrato in precedenti analoghe elezioni.

Autore: La Redazione

Secondo alcuni giuristi la VdR stress lavor lavoro-correlato deve essere completata entro il 31 dicembre (27 Nov 2010)

Secondo alcuni giuristi la VdR stress lavor lavoro-correlato deve essere completata entro il 31 dicembre

Che la nostra sia ormai diventata una republica delle banane ce ne eravamo accorti da molte cose.

La vicenda della scadenza dell'obbligo per le Aziende della valutazione del rischio stress lavoro-correlato ne è un'ulteriore, se volete piccola in confronto al resto, dimostrazione.

Il D.Lgs 81/08 prevedeva che le aziende dovessero svolgere questa valutazione basandosi sulle indicazioni metodologiche della Commissione Consultiva Nazionale. In mancanza di queste, si presume, il Governo ha rimandato la scadenza fino al 31 dicembre 2010.

Il 17 novembre vengono approvate le linee metodologiche dalla Commissione che il Ministero del Lavoro emana con una circolare e che prevedono, fra l'altro, che la data del 31 dicembre debba essere considerata come la data dell'avvio della valutazione e che gli organi di vigilanza saranno tenuti a controllare la presenza di un programma congruo di attuazione della valutazione che avrebbe dovuto tenersi in Azienda a partire dal 1° gennaio.

Probabilmente hanno ragione il Procuratore Guariniello (interviste a La Repubblica e a Il Corriere della Sera e l'Avv. Dubini) quando affermano che una circolare del Ministero non può sostituire una norma di legge e che gli organi di vigilanza non possono essere distratti dalla circolare del Ministero (che fra l'altro non è neppure indirizzata alle Regioni!) e che, in conclusione, la scadenza da considerare è quella del 31 dicembre.

E come fanno le Aziende a svolgere questa valutazione in un arco di tempo così breve? Ci si accontenta di una carta? e questo il razionale di tutto il gioco?

Avrebbero dovuto farlo prima, può dire qualcuno. Sì ma secondo quali indicazioni? con la possibilità di dover rifare tutto di nuovo dopo l'emanazione delle linee metodologiche della Commissione?

Non poteva il governo recepire le indicazioni della Commissione e fare un semplice Decreto di proroga della scadenza (l'ultima però!) visto che c'erano tutte le condizioni per farlo, considerati i tempi di approvazione del documento?

Ma la certezza del diritto in questo benedetto paese dov'è finita?

Autore: La Redazione

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2019 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti