Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Ricerca news

News

Firmate contro lo scioglimento dell'Ispesl (01 Giu 2010)

Firmate contro lo scioglimento dell'Ispesl

L’ISPESL (Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro) è nato dalla soppressione dell’ENPI, un altro ente inutile, nel 1978, proprio per rispondere all’esigenza di avere anche in Italia come negli altri paesi industrializzati, una istituzione pubblica di ricerca dedicata alla sicurezza del lavoro.

Da allora, per 30 anni, l’Istituto ha investito denaro pubblico per dotarsi di attrezzature e personale ricercatore che lo hanno portato oggi ad essere conosciuto ed apprezzato dalla comunità scientifica nazionale ed internazionale.

L’ISPESL svolge attività di ricerca e consulenza tecnico-scientifica a supporto delle attività dei Ministeri della Salute, del Lavoro, dello Sviluppo Economico e Attività produttive e delle Regioni e P.A. in base alle diverse specifiche e numerose normative (direttiva "Seveso" , sorveglianza del mercato per le direttive di prodotto, D.Lgs. 81/2008, ecc.).

A livello europeo ISPESL è Focal Point Nazionale dell’Agenzia Europea di Bilbao e supporta la definizione e la realizzazione delle attività dell’Agenzia in raccordo con gli altri Paesi europei.

A livello internazionale l’Istituto è dal 2003 Centro di Collaborazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel settore della salute e sicurezza sul lavoro e partner in numerosi Network internazionali.

Tutto questo rischia di essere vanificato e sperperato, la professionalità dei ricercatori mortificata, più di 500 fra borsisti e co.co.co che in questi anni hanno sopperito alla mancanza di organico rendendosi indispensabili, rimarranno disoccupati, in nome di un risparmio che se valutato correttamente risulta irrisorio.

In nessun Paese europeo le ragioni della crisi hanno portato allo scioglimento degli enti di ricerca che si occupano di salute e sicurezza sul lavoro e della riduzione delle tutele sociali.

Prima che la manovra venga definitivamente approvata abbiamo poche ore per far sentire la nostra voce. L’Istituto ha sospeso le attività istituzionali ed è in stato di agitazione permanente.

Se volete aiutare l'Ispesl, se volete che la ricerca pubblica esista ancora, se pensate che la sicurezza del lavoro sia un valore, fate girare questa comunicazione a tutti i vostri contatti professionali: collegatevi a questo sito e sottoscrivete l'appello.


Autore: La Redazione

Formazione A Distanza in Medicina del Lavoro (12 Mag 2010)

Formazione A Distanza in Medicina del Lavoro

Partirà dal 1° Giugno 2010 il nuovo programma SIMLII di Formazione A Distanza (FAD) per l'Educazione Continua in Medicina del Lavoro.

Autore: La Redazione

La valutazione e la gestione dello stress lavoro-correlato secondo l'Ispesl (12 Mag 2010)

La valutazione e la gestione dello stress lavoro-correlato secondo l'Ispesl


E' stata pubblicata sul sito dell'Ispesl una Monografia frutto di un lavoro multidisciplinare del Dipartimento di Medicina del Lavoro dell'ISPESL, sviluppato su un approccio integrato secondo il modello Management standard HSE e contestualizzato alla luce del D.lgs 81/08 e s.m.i.

Autore: La Redazione

Il ringraziamento di Emergency (02 Mag 2010)

Il ringraziamento di Emergency

Cari amici,
vorrei ringraziarvi dello straordinario sostegno che avete dato a Emergency in questa difficile situazione.

Insieme a voi abbiamo vissuto un periodo di grande preoccupazione per i nostri operatori umanitari e per l'ospedale di Lashkar-gah, l’unica struttura nella regione in grado di offrire cure chirurgiche gratuite e di qualità alle tante vittime di guerra.

Come sapete, i nostri tre colleghi italiani sono stati rilasciati con tante scuse. Un rilascio, come hanno detto gli stessi servizi di sicurezza afgani, frutto non di pressioni di sorta ma dovuto a una semplice, banale verità: sono innocenti. L’avevamo detto fin dal primo, durissimo giorno, e voi con noi. Dei sei collaboratori afgani che erano stati prelevati insieme agli italiani, cinque sono stati rilasciati il 28 aprile; sul sesto stanno proseguendo le indagini. I nostri avvocati e il nostro personale a Kabul continuano naturalmente a monitorare la situazione.

Stiamo già lavorando per la riapertura dell’ospedale di Lashkar-gah: continuare ad assicurare assistenza alle vittime di guerra – per il 40 percento bambini – è la nostra priorità, come lo è stata per i quindici anni della nostra storia.

Siamo riusciti ad affrontare a testa alta questi giorni durissimi grazie a due fattori. Il primo, naturalmente, era la consapevolezza che i nostri fossero innocenti. Ma l’altro ingrediente fondamentale siete stati voi: il vostro sostegno, le mail e le telefonate, la presenza a piazza San Giovanni (con il corpo o con lo spirito), le quattrocentomila firme in quattro giorni. Di tutto questo, non sappiamo come ringraziarvi. Anzi, lo sappiamo: continuando a fare sempre di più e sempre meglio il nostro lavoro, curando chiunque ne abbia bisogno. E siamo sicuri che voi non ci farete mancare il vostro sostegno in futuro, anche con un gesto che a voi non costa nulla, come la devoluzione del 5 per mille per gli ospedali di Emergency.

Ancora una volta, grazie di cuore. A presto,

Cecilia Strada
Presidente di Emergency

Autore: La Redazione

Le presentazioni del Congresso SIMLII (29 Apr 2010)

Le presentazioni del Congresso SIMLII

Sul sito della SIMLII sono pubblicate le slides di molte delle relazioni svolte al 72° Congresso Nazionale SIMLII.

Autore: La Redazione

Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro (27 Apr 2010)

Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro

A partire dal 2003, ogni anno il 28 aprile si tiene la “Giornata mondiale della salute e sicurezza sul lavoro”, promossa dall’ILO. In contemporanea, le più importanti organizzazioni sindacali internazionali celebrano il cosiddetto "Workers' Memorial Day". In tal modo si intende porre all’attenzione dell’opinione pubblica mondiale la necessità costante della prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali attraverso il dialogo sociale e la partecipazione di tutte le componenti interessate.

Autore: La Redazione

Lettera del Presidente ai soci SIMLII sui requisiti previsti dall'art. 38 del D.Lgs. 81/08 (21 Apr 2010)

Lettera del Presidente ai soci SIMLII sui requisiti previsti dall'art. 38 del D.Lgs. 81/08

Resa pubblica la lettera che il Presidente, Prof. Giuseppe Abbritti, ha inviato a tutti di soci e che fa il punto sull’annosa questione riguardante i requisiti che gli specialisti in Igiene e Medicina Preventiva e quelli in Medicina Legale e delle Assicurazioni devono possedere per poter svolgere le funzioni di medico competente.

Autore: La Redazione

Io sto con Emergency (13 Apr 2010)

Io sto con Emergency

Sabato 10 aprile militari afgani e della coalizione internazionale hanno attaccato il Centro chirurgico di Emergency a Lashkar-gah e portato via membri dello staff nazionale e internazionale. Tra questi ci sono tre cittadini italiani: Matteo Dell'Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani.

Emergency è indipendente e neutrale. Dal 1999 a oggi EMERGENCY ha curato gratuitamente oltre 2.500.000 cittadini afgani e costruito tre ospedali, un centro di maternità e una rete di 28 posti di primo soccorso.

medicocompetente.it sta con Emergency.

Sottoscrivi l'appello

Autore: AlfonsoCristaudo

FNOMCeO: un “tavolo tecnico” sulle gare al ribasso per l’incarico di Medico Competente (13 Apr 2010)

FNOMCeO: un “tavolo tecnico” sulle gare al ribasso per l’incarico di Medico Competente

Con una nota del 12 Aprile a firma del Presidente, Dr. Amedeo Bianco, diretta al Ministero della Salute, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e al Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri sollecita l’apertura di un tavolo tecnico sulle modalità e procedure di affidamento degli incarichi di medico competente per la sorveglianza sanitaria nei luoghi di lavoro.

Autore: La Redazione

Valutazione del rischio stress lavoro-correlato: guida operativa delle Regioni (12 Apr 2010)

Valutazione del rischio stress lavoro-correlato: guida operativa delle Regioni

Il Comitato Tecnico Interregionale della Prevenzione nei Luoghi di Lavoro, grazie all’attività svolta da un apposito gruppo di lavoro, ha emanato una guida operativa per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato (Marzo 2010).

Autore: La Redazione

MedicoCompetente.it - Copyright 2001-2019 Tutti i diritti riservati - Partita IVA IT01138680507

Privacy | Contatti